Più lucida la capolista: il Green Basket Palermo cade contro Costa d'Orlando

Galeotto fu quel tecnico, e chi lo comminò: il Green cede al termine di una bellissima partita giocata alla pari, alla capolista Costa d’Orlando, recriminando un po’ per gli episodi, specie nel finale.

Atmosfera elettrica al PalaValenti, al seguito del Green un buon gruppo di supporter da Palermo, che sostiene la squadra tutto il match: Costa d’Orlando però parte un po’ meglio, al rientro dalle feste, piazzando un break che la porta sul 9-3 grazie a due belle giocate di Bowman e Fazio. Subito timeout per coach Verderosa, che riesce però a trovare preziose risorse dalla panchina, tra cui Tagliareni e Trevisano che danno subito un apprezzabile giro di vite in difesa: Lombardo dai liberi metti il pari a quota 16, allo stesso modo Costa allunga lucrando qualche viaggio in lunetta per il 21-16.

Nel secondo periodo il Green gioca con maggior brillantezza e intensità difensiva, preparando un’insidiosa zona che mette qualche granello di sabbia nell’ingranaggio avversario. Blanks ha una prodigiosa fiammata, risponde Fazio con una serie di giocate di puro talento, risponde Lombardo e il Green addirittura si porta sul +4 (36-40) quando Tolliver appoggia di mancina in contropiede. Su un tecnico fischiato a Caronna, Blanks porta il vantaggio anche sul 37-43. L’ennesima bomba di Fazio e i liberi di Antinori limitano i danni per Costa, si va al riposo sul 44-45.

All’uscita dagli spogliatoi subito Costa ha una grande reazione fiondandosi avanti, il Green non perde la calma e continua a macinare gioco con aggressività. Anche qualche bella giocata individuale, come il tiro in fadeaway di Trevisano che porta il punteggio sul 56-59: Bowman e Griffin però non ci stanno e riportano avanti la formazione di casa che riesce a chiudere 65-63 il terzo quarto. La gara è apertissima e bella, forse un po’ rovinata dai fischi e dalla confusione creata da una coppia arbitrale parecchio carente, che purtroppo alla lunga si rivelerà condizionante ai termini del match: tanti episodi gestiti male, lungo l’elenco di chiamate contestabili.

Ultimo periodo un po’ complicato per il Green che subisce un parziale micidiale in apertura d’ultimo quarto dai biancorossi, che trovano risorse e punti incredibili da Griffin, autore di un favoloso secondo tempo. La bomba di Marinello mette il 74-63 ma è proprio in quel momento che i palermitani trovano energie insospettabili forzando numerose palle perse e bucando continuamente gli avversari con uno scatenato Blanks, dieci punti di fila. Nel momento migliore Green però l’attacco trova l’area intasata, non produce più punti e arrivano un paio di possessi confusionari mentre dall’altra parte Bowman e Marinello ristabiliscono le distanze sul 79-73. Finale comunque rocambolesco, Giancarli e Gentili lavorano insieme recuperando un pallone con un bel raddoppio difensivo e il romano mette la tripla del -3, poi sull’ennesimo fischio discutibile la coppia arbitrale concede una rimessa alla Costa d’Orlando: coach Verderosa non è d’accordo e rimedia quasi istantaneamente un tecnico, convertito da Griffin per l’80-76. Nei secondi conclusivi Trevisano manca il bersaglio da tre e dalla lunetta la squadra di casa consolida la vittoria 82-76.

Alla sirena alcune situazioni di scompiglio, da considerare comunque rientrate: la società riceverà in seguito, durante la cena postpartita, le scuse di un tifoso del Costa D’Orlando reo di avere innescato i disordini. Il Green Basket accetta le scuse e considera chiuso l’episodio.

Costa d’Orlando-Green Basket 82-76

 

Green Basket – Blanks 25, Gentili 12, Giancarli 9, Tolliver 4, Lombardo 16; Forzano, Muratore, Trevisano 8, Tagliareni 2, Mantia ne, Vitale ne. All. Verderosa, Vice: R. Muratore.

 

Costa d’Orlando – Griffin 27, Fazio 18, Marinello 13, Bowman 17, Caronna 3; Sgrò, Munastra 2, Antinori 2, Gambardella ne, Manfrè ne, Ferrarotto ne. All. Condello, Vice: Vittorio.

 

Arbitri: Calogero Cappello di Porto Empedocle (AG) e Luca Paternicò di Piazza Armerina (EN).

 

NOTE
Parziali:
21-16, 23-29 (44-45), 21-18 (65-63), 17-13 (82-76).

Falli: Green 24 – Costa 19. Tiri liberi: Green 17/21 – Costa 26/36.

Fonte: Ufficio stampa Green Basket Palermo

Commenta
(Visited 32 times, 1 visits today)

About The Author