Poeta, Logan e Scola: quando il canestro non ha età

A 35 anni e 28 giorni, dopo 360 presenze in Serie A Giuseppe Poeta si è regalato il suo ‘career high’ mettendo a segno 28 punti nella sfida contro la Virtus Bologna. E’ il giocatore più anziano a segnare almeno 28 punti con la maglia di Cremona, in precedenza il record apparteneva a Brian Chase che nella stagione 2013/14 a 32 anni, 5 mesi e 22 giorni realizzò 29 punti nella gara contro Reggio Emilia.

David Logan, miglior realizzatore della terza giornata di campionato, ha messo a referto 30 punti a 37 anni, 9 mesi e 15 giorni nella sconfitta della sua De’ Longhi Treviso contro la Germani Brescia. Il più anziano a realizzare almeno 30 punti in una gara di Serie A è stato Mike Mitchell segnandone 32 il 13 Dicembre 1998 a 42 anni, 11 mesi e 12 giorni.

Ne ha segnati “solo” 29 il top scorer della Serie A, Luis Scola che con una media di 21.7 a partita guida la classifica dei migliori realizzatori. Domenica a 40 anni, 5 mesi e 11 giorni Scola è stato per la seconda volta in tre gare il miglior realizzatore di Varese ed ha messo a segno la sua miglior prestazione in Serie A. Scola aveva superato alla prima di campionato Francesco Vescovi come giocatore più anziano di Varese a segnare almeno 23 punti in una gara: domenica è riuscito a battere il record appena realizzato.

Dopo Logan e Scola il terzo giocatore a realizzare almeno 29 punti in una gara in questo campionato è stato Tommaso Baldasso, che nella gara vinta dal Banco di Sardegna Sassari ne mette 29 a referto, sua miglior prestazione personale. Baldasso è stato il miglior marcatore di Roma a 22 anni, 8 mesi e 12 giorni, quasi la metà di Scola. Con la maglia di Roma solo Stefano Attruia e David Hawkins erano riusciti a segnare cosi tanto da più giovani.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Lega Basket.

Commenta
(Visited 34 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.