Ponte Vecchio, conferma per Francesco Olivieri. Arriva bomber Capponi

Sei anni consecutivi con la maglia della Grifo Latte Prontogreen. Ne va fiero Francesco Olivieri, che ringrazia il Presidente Agostinelli per la conferma, ed è impaziente di dimostrare che la fiducia è ben riposta.
Del resto, per ‘Oliver’ il basket è qualcosa di più che il semplice fatto di correre dietro un pallone. Se il tuo cane lo chiami Kobe è un indizio, ma ne ospiti un altro e gli affibbi il soprannome ‘Lamar’ allora è una certezza! Una straordinaria capacità di correre il campo che fa il paio con doti balistiche fuori dal comune, Francesco passerà
dal ruolo per lui inusuale di chioccia, ricoperto nella giovanissima formazione dello scorso anno, a quello di terminale offensivo, libero di prendersi le sue predilette conclusioni in transizione. “La scorsa stagione mi è servita molto, perché ho avuto responsabilità non solo per me stesso ma per tutto il gruppo” – il suo commento – “e questo mi ha permesso di tenere a bada un carattere che tende ad accendersi facilmente e mi porta in qualche occasione ad esagerare. Ne farò tesoro, e darò il massimo per la mia squadra, felice che coach Contu abbia accettato di allenarla. Con lui mi trovo benissimo e sono certo che farà come al solito un grande lavoro.”
Del resto anche il roster comincia a delinearsi per quella che si annuncia come una delle protagoniste del prossimo campionato di serie D. Definito infatti anche l’arrivo di Luca Capponi, a conferma del gruppo solidissimo che lo scorso anno ha disputato il campionato di Promozione con la Nova Basket. Carattere fumantino, agonista e competitivo ai massi livelli, Capponi è la classica combo-guard, giocatore cioè che per compattezza fisica e doti tecniche può agevolmente ricoprire il ruolo di playmaker e di guardia, che si occupa della regia ma non disdegna
affatto la possibilità di mettersi in proprio e diventare protagonista della manovra offensiva, usando con continuità l’arma del pick and roll. Dalle sue parole, ancora una volta, la conferma del concetto di squadra e di un impegno che non si limita al ruolo del giocatore. “Ritroverò il coach e molti dei miei compagni, e questo mi rende felice ed orgoglioso” ci ha detto Luca “ Sarà un campionato difficile e molto competitivo e noi vogliamo esserci, io ci credo molto. Insieme a Francesco, oltre a giocare, saremo coinvolti nello staff tecnico del settore giovanile all’interno del progetto di Basket Academy, e questo impegno a 360 gradi ci responsabilizza e ci stimola molto.” Altri due tasselli importanti, dunque, nel mosaico di questa nuova Ponte Vecchio, con la conferma che da via Cestellini arriveranno ancora altre novità.
Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author