Juve Pontedera - La Sovrana Siena, pregara [aggiornato]

MAURIZIO TOZZI PRESENTA LA TRASFERTA A PONTEDERA DELLA SOVRANA PULIZIE

Dopo la netta vittoria ottenuta contro l’Olimpia Legnaia ed il secondo posto in classifica dietro alla capolista San Miniato, la Sovrana Pulizie è pronta ad affrontare la trasferta a Pontedera dove domani pomeriggio alle 18 (radiocronaca diretta su radio Siena) i rossoblu andranno alla ricerca di altri 2 punti molto importanti. L’assistant-coach Maurizio Tozzi ci presenta la gara.  

Maurizio, la Virtus è attesa dalla trasferta a Pontedera, un’altra occasione per tenere il passo delle prime…

«Assolutamente. E’ un’altra occasione per verificare anche il nostro di passo, fatto di ottimo impatto, energia e ritmo. Le motivazioni non ci mancano, ora dobbiamo continuare a giocare una buona pallacanestro».
Pontedera è ultima in classifica con una sola vittoria all’attivo. C’è il rischio che dopo la scorpacciata di punti fatta con Legnaia la squadra possa sottovalutare l’impegno?
«Questo gruppo ha avuto sino a qui senso di responsabilità ed equilibrio. Se accadesse ne rimmarrei stupito. In palestra c’è un sano buonumore, ma nessun atteggiamento di sufficienza. Credo che ogni domenica ci sia da temere e rispettare un avversario, che sarà sicuramente stimolato dall’incontrarci e provare a batterci. Dovremo incominciare a saper gestire la pressione di trovare squadre mentalmente più libere dall’obbligo di vincere».
Spesso è proprio dalle partite sulla carta più semplici che si costruiscono i grandi campionati, sei d’accordo?
«I grandi campionati si costruiscono sulla continuità e per costruirla ci vuole una grande identità. solo alla fine puoi dire dove hai vinto o perso».
Come dovrà interpretare questa partita la Virtus? L’approccio potrebbe essere fondamentale.
«Ci aspettiamo una gara tosta dal punto di vista fisico. Loro tendono ad essere molto aggressivi e fisici in difesa. Non dobbiamo commettere l’errore di innervosirci se non riuscissimo a scappare in scioltezza. L’altro elemento di grande attenzione sarà sui loro lunghi che hanno peso ed esperienza per metterci in difficoltà».
La classifica sta cominciando a delinearsi. Quanto é importante rimanere nel gruppo di testa?
«La formula del campionato ha imposto l’ansia e l’esigenza di dover fare molto bene dall’inizio per non uscire di scena. I ragazzi hanno capito e si sono adeguati con la giusta mentalità. Non ci siamo potuti permettere l’alibi del tempo, dell’inserimento di giocatori nuovi e diversi. Il campionato ci ha chiesto subito di rombare ed esserci riusciti è un patrimonio da non disperdere».

 

Ufficio Stampa Virtus Siena


UNA SFIDA CONTRO UNA GRANDE DEL GIRONE PER RIALZARE LA TESTA!!!

Una grande sfida quella che è in programma domenica 30 novembre al Palazoli di Pontedera: arriva Virtus Siena, una delle squadre più attezzate del girone per fare il salto di categoria. Virtus è una squadra storica nel panorama del basket nazionale: il palmares delle ultime stagioni è di tutto rispetto con, a livello senior, promozioni nelle categorie superiori e 2 coppe italia di serie A dilettanti, mentre a livello giovanile, ben tre scudetti in varie categorie dal 2003 al 2011. In questo momento possiamo considerarla una “nobile decaduta” da neopromossa nel campionato di C nazionale, ma con poche intenzioni di rimanere in queste categorie a lungo. Coach Ricci può vantare di un roster di tutto rispetto dove spiccano il talento e la concretezza di Lenardon e Imbrò, ben 34 punti di media in due nelle prime otto giornate di campionato, ben coadiuvati dalla duttilità tattica di Falossi e dalla forza fisica di Olleia, insieme a tanti giovani di qualità che completano il roster.

Una partita difficile per la truppa di coach Ormeni, che ha tanta voglia di reagire dopo ben sette sconfitte consecutive ed un solo successo all’attivo. “Dopo sette sconfitte consecutive, di cui le ultime partite con ampi scarti, i commenti dovrebbero stare a zero.” commenta lapidario l’assistente della prima squadra JP Filippo Toccafondi “In questi momenti conta di più passare ai fatti, ripartendo dalle piccole cose, e da lì ricostruire le nostre certezze. Domenica arriva una squadra con un quintetto di alto livello, non sarà la partita giusta per riprendere la nostra strada, ma dobbiamo dimostrare a noi stessi che siamo in grado di dare una sterzata importante, soprattutto sotto l’aspetto del gioco”.

Dunque tanta voglia di rivalsa in casa JP, con i ragazzi determinati a dar battaglia e fare l’impresa della giornata per smuovere la classifica: appuntamento al Palazoli alle 18 domenica 30 novembre. Forza JP!!!

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author