PosteMobile Final Eight 2017, le parole dei protagonisti alla conferenza di presentazione

MILANO – Presso gli studi RAI di Milano si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della PosteMobile Final Eight 2017, in programma da giovedì 16 febbraio a domenica 19 presso il Polo Fieristico di Rimini, che sarà scenario di quattro giorni di grande basket. L’evento è organizzato da Lega Basket e Italian Exhibition Group che assegnerà il primo trofeo del 2017.

Il presidente della Lega Basket, Egidio Bianchi ha affermato : “Sono al massimo del Pif (Prodotto interno di felicità).  La prima volta di un evento del nostro sport in casa Rai è un’emozione davvero straordinaria. I capitani, gli allenatori e i dirigenti insieme ai direttori e ai dirigenti Rai è uno spot straordinario per il nostro basket. Promuoviamo il nostro sport per gli appassionati e anche per i nostri sponsor. Sarà un evento non solo di sport, ci saranno momenti di festa,di intrattenimento per coinvolgere sempre più i tifosi”.

Marco Borroni, presidente di Italian Exhibition Group, ha detto : “Un onore per noi per organizzare questo evento.  A Rimini ci saranno fan zone, ad ingresso gratuito”.

Federico Zurleni, direttore generale della Lega Basket :”Abbiamo scelto Rimini perché vogliamo sia un Festival del basket sempre per coinvolgere di più i tifosi”.

Per Stefano Santini, amministratore delegato di Poste Mobile: “Il basket esprime valori che sono i nostri: gioco di squadra, attenzione a migliorarsi continuamente e rispetto delle regole.   A Rimini metteremo per la prima volta all’opera la nostra collaborazione”.

Il direttore di Rai Sport, Gabriele Romagnoli, ha affermato: “Final Eight e’ un evento straordinario. Io ho una concezione dello sport eroica e definitiva e qui non c’e’ possibilità di rimonta.   Ci sono quattro giorni per giocarsela: chi vince va avanti e gli altri vanno a casa.  Sarà un weekend in cui ‘vincere o morire’.  Così e’ lo sport e così sono quei grandi momenti che la gente poi ricorda”.

La Coppa Italia ritorna al format su 4 quattro giornate, con gli incontri del giovedì’ e venerdì che qualificheranno le 4 squadre per le semifinali di sabato, da cui usciranno le due finaliste che domenica 19 cercheranno di conquistare il trofeo.

La Coppa Italia si aprirà con la prima gara alle 18.00 di giovedì tra Grissin Bon Reggio Emilia – Betaland Capo d’Orlando.

Alessandro Frosini ( Reggio Emilia) :”Per noi è la quinta presenza consecutiva  e questo è motivo d’orgoglio. La squadra  sta attraversando un momento difficile ma vogliamo fare bene”.

Di Carlo ( Capo d’Orlando)  : “Siamo nella storia. Spero che sia una bella partita con tanto spettacolo,  ma spero di fare uno sgambetto a Reggio “.

Aradori ( Reggio Emilia) : “ Una partita singola,  40 minuti in cui ti giochi tutto.   Devi arrivare in grande forma sia a livello di squadra e individuale.  C’è bisogno anche un po’ di fortuna”.

Nicevic ( Capo d’Orlando) : “ Dobbiamo affrontare una squadra che è molto esperta ma cercheremo di fare il massimo “.

La seconda partita sarà Emporio Armani Milano – Enel Brindisi che si giocherà alla 20.45

“La Coppa Italia e’ una competizione con moltissime trappole, dove non ci sono favoriti. Tutti abbiamo le stesse possibilità”ha detto l’allenatore dell’Olimpia Milano, Jasmin Repesa, a cui si è unito  Andrea Cinciarini, capitano della squadra: “L’anno scorso siamo stati vincitori ma questo non vuole dire nulla. La Coppa Italia riserva sempre grandi sorprese.  L’importante e’ arrivarci pronti da un punto di vista fisico e mentale.  Brindisi e’ una squadra molto fisica. In 40 minuti dobbiamo dare tutto”.

Per Meo Sacchetti, allenatore dell’Enel:   “Sarà uno stimolo per noi  giocare contro la squadra più forte.  Per poter vincere dobbiamo fare qualcosa di più  del nostro potenziale.   Certe volte queste cose succedono”.

Cardillo  ( Enel Brindisi) : “Con l’Olimpia sarà una sfida molto affascinante.   Dobbiamo cercare di superare il brutto momento”.

Nella seconda giornata si affronteranno la Sidigas Avellino contro la Dinamo Sassari nel match delle 18.00

Sacripanti coach della Sidigas : “L’importante è essere riusciti a riconfermarci dopo lo scorso anno, incontriamo una squadra con tanto talento”.

Pasquini coach di Sassari : “ Due squadre molto diverse  che stanno facendo bene sia in Italia che in Europa.  Loro sono molto fisici e hanno due ottimi play che sanno come giocare queste gare”.

Marques Green ( Avellino ) : “Sara una bella sfida contro una bella squadra, ma noi vorremo provare a vincere la coppa”.

Giacomo De Vecchi ( Sassari ): “ Siamo in un buon periodo.  Non sarebbe male vincere la terza. Ci sarà da divertirsi”.

Nell’ultima sfida si incontreranno la Reyer Venezia e la Germani Basket Brescia.

Andrea Diana coach di  Brescia : “Ci stiamo godendo questo momento, le Final Eight sono un premio per il nostro lavoro.  Per i tifosi è molto importante questa competizione.   C’è un entusiasmo contagioso a Brescia grazie ai successi della Leonessa.  Bisogna cavalcare l’onda dell’ entusiasmo”.

Walter De Raffaele coach di Venezia : “Siamo alla quarta partecipazione consecutiva , cercheremo  di riuscire a fare meglio rispetto alla precedenti edizioni.  Bisogna pensare alla singola partita, non ci sarà Tonut ma vogliamo fare bene”.

David Moss (Brescia): ” Per Brescia è una grande emozione.   I tifosi di Brescia sono  incredibili e con il loro entusiasmo ci aiutano molto”.

Thomas Ress (Venezia) :  “Bisogna pensare alla singola partita dando tutto”.

Commenta
(Visited 64 times, 1 visits today)

About The Author

Lorenzo Lubrano Nato il 22-08-1996 a Legnano (Mi), ho conseguito il diploma di liceo linguistico, frequento il primo anno di Linguaggi Dei Media (Università Cattolica Milano), ho giocato a basket per 8 anni, collaboro con la web radio milanese RadioBlaBla dove conduco una trasmissione dedicata al basket.