Primo ko interno dell'Use Computer Gross

Andarci vicino, purtroppo, non basta. Serve a farti uscire dal campo a testa alta, a guardarti allo specchio sapendo di aver dato il massimo e ad incassare l’applauso finale del pubblico, ma non a portare a casa la cosa che più conta: la vittoria. Quella prende la strada di Montecatini per 67-71 ed è bene dire subito che la squadra di Campanella la merita per un gioco sicuramente più costante per tutti e 40 i minuti, di fronte ad un’Use Computer Gross che gioca a sprazzi e che alla fine riesce ad arrivare ad un passo dalla vittoria grazie ad una intensità e ad una rabbia agonistica che i campionati e i giocatori che passano non sembrano scalfire. Però è oggettivamente difficile vincere una partita contro una squadra come quella termale avendo poco in attacco da giocatori chiave, con un Potì che lascia intravedere grandi potenzialità ma che ancora non è a posto e con un Marsili che stenta a dare alla squadra quel contributo che ci si aspetta da un pivot. Aspetti, specie gli ultimi due, che ci si augura possano migliorare col passare delle giornate.
C’è tanta gente alla Lazzeri e Meini e Marsili fanno fare i primi olè ai rispettivi tifosi. Il pivot, però, commette subito due falli e si siede mentre Artioli porta i suoi sul 7-12. Ad accendere l’Use ci pensa un ottimo Giancarli che prima mette una bomba dall’angolo dopo un recupero dando il là ad un parziale di 9-0 che porta i biancorossi avanti 19-16 alla prima sirena. La seconda frazione sarà quella che numericamente peserà di più. I 26 punti subiti (parziale iniziale di 4-15) fanno volare Montecatini sul più 9 (28-37) con Giancarli e Raffaelli che riavvicinano le squadre fino al 36-39. L’Use soffre molto, ma resta attaccata alla partita tanto da andare al riposo sul 38-42. Si riparte e gli ospiti danno la sensazione di mettere le mani sulla partita. Quando arriva il 45-59 molti hanno le sensazione che la gara sia ormai indirizzata ma così non è. Anche se lo fa spesso con azioni individuali l’Use ridà al punteggio una forbice più accettabile, con Potì che entra in carburazione firmando il 51-60 del 30′. Il parziale di 8-1 col quale si ricomincia (Giarelli, Potì e Giancarli) riapre i giochi ed al 5′ siamo 62-63. Qui la prima tegola col quinto fallo di Giarelli, ma Sesoldi, che lotta sotto come un leone, firma il 65-66. E’ la fase che decide la partita, una fase nella quale i biancorossi sbagliano possessi chiave mentre i termali si affidano a soluzioni più semplici ed efficaci. E’ sull’asse Meini-Galmarini che Montecatini prova a chiudere il conto ma, se la prima volta va bene, sulla seconda Marsili sporca la traiettoria e così, a 37 secondi dalla sirena con meno 1, l’Use ha la palla in mano. Dopo il timeout, il tiro dal campo lo prova Giannini ma muore sul ferro, Raffaelli manda subito in lunetta Centanni che è glaciale: 67-70. Con 16 secondi da giocare c’è solo la possibilità di una bomba, a provarla è Raffaelli ma il suo tiro non va. Vince Montecatini 67-71. Per i biancorossi è la seconda sconfitta consecutiva, prima interna. E domenica prossima ancora derby, stavolta a Firenze.

USE COMPUTER GROSS
Marsili 4, Terrosi 4, Potì 8, Sesoldi 7, Giannini 6, Giarelli 17, Giancarli 9, Raffaelli 12, Pelucchini ne, Berti ne, Antonini, Baparapè. All. Bassi (ass. Mazzoni/Finetti)
MONTECATINI TERME BASKETBALL
Meini 15, Centanni 17, Petrucci 13, Artioli 15, D’Andrea 1, Galmarini 7, Pellegrini ne, Callara ne, Soriani ne, Bolis 2, Galli 1. all. Campanella
Parziali: 19-16, 19-26, 13-18, 16-11

Fonte e foto : Uff. stampa Use Basket

Commenta
(Visited 25 times, 1 visits today)

About The Author