Primo successo per il Gruppo Zenith Messina contro il Peppino Cocuzza

 

Il Gruppo Zenith Messina conquista la prima affermazione in campionato, superando nel

secondo derby stagionale il Cocuzza San Filippo del Mela con il punteggio di 77-60.

Senza Mazzù e Trimarchi e con Buono in condizioni non perfette, il match non si

presentava bene per i peloritani reduci da due sconfitte consecutive e perciò costretti a

vincere a tutti i costi per via di un calendario non certo benevolo. Questa sorta di peso i

messinesi se lo sono portati per tutti i primi venti minuti, nonostante la buona partenza (11-

2 dopo 3’37)”, grazie alle bombe di Hodges, Soldatesca, Buono ed al canestro di

Weglinski che rimontavano i due punti iniziali di Copeland. Coach Calderone chiama time

out, al rientro in campo Copeland va a segno, ma la risposta arriva da Hodges dai 6,75

(14-4). I filippesi, scesi in campo senza Agostino Li Vecchi, schierano il giovane Raicevic

che parte dalla panchina. I ritmi non sono alti e questo permette agli ospiti di rientrare con

un parziale di 10-0, firmato da Toto, Colica, Contaldo e due canestri consecutivi di Agurs

che valgono il 14 pari. Dopo il nuovo sorpasso Basket School con Hodges, la tripla di

Copeland regala l’ultimo vantaggio agli ospiti (16-17), ma è Buono a mettere la bomba del

19-17 che chiude il primo periodo.

Al ritorno in campo la gara viaggia sul filo del punto, fino al 23-22 (canestro di Argus da

sotto), poi cinque punti consecutivi di Soldatesca e la rubata di Calarese, che manda a

segno super Hodges (16 punti con 4 triple), riportano Messina sul +8 (30-22). Il break non

smonta affatto il Cocuzza. Contaldo segna dalla media, Copeland fa 1/2 dalla lunetta.

Dall’altra parte finalmente si sblocca Carnazza dall’arco, e Soldatesca risponde a

Raicevic, subentrato a Copeland gravato di tre falli. Il finale del tempo è tutto per i filippesi,

il parziale di 1-6, firmato da Agurs e da Toto (libero più tripla dall’angolo sulla sirena),

permette al Cocuzza di rientrare sul -3 (36-33) al riposo lungo.

Con l’inizio del secondo tempo cambia poco: squadre sempre vicine. La tripla di Busco

riporta ad una lunghezza i suoi (39-38). Messina passa a zona: Soldatesca piazza la sua

seconda tripla, Weglinski segna da sotto e Hodges dall’arco (47-38). Nel frattempo

Copeland complica tutto: fallo più tecnico e la sua partita finisce qui. Il basket School

dilaga e piazza un break di 10-2 (bombe di Carnazza e Hodges) per il +17 (57-40). I

filippesi tentano di rientrare con un break di 8-0, ma Buono (14 punti a referto) e

Soldatesca li ricacciano indietro. Il terzo periodo si chiude sul 61-48. L’esperienza negativa

di Spadafora è servita al Gruppo Zenith, l’ultimo quarto comincia alla grande, difesa

asfissiante e ottima circolazione di palla in attacco. Arrivano cosi la bomba di Carnazza

(13 punti e 7 assist) e i canestri di Buono e Marabello: Messina vola sul + 20 (68-48) e può

gestire con maggiore tranquillità il match. Segnano Busco e Agurs, Calarese risponde con

due canestri consecutivi, la gata volge verso i titoli di coda, Baldaro da spazio ai suoi

giovani, mentre Busco (15 punti alla fine) e Soldatesca (18 punti, 4 triple e 7 rimbalzi)

rimpinguano i rispettivi bottini personale. Il canestro di Weglinski (9 pp 11 ro e 3 rd) e

chiude il derby: questa volta oltre agli applausi del pubblico arrivano i due punti per la

squadra di Dani Baldaro che può così brindare al primo storico successo in serie C Silver.

Due punti importanti in vista del prossimo proibitivo derby in casa della corazzata Costa

d’Orlando.

Tabellino:

Gruppo Zenith Messina – Peppino Cocuzza 1947 77-60

Parziali: 19-17; 17-16 (36-33); 25-15 (61-48); 16-12

Gruppo Zenith Messina: Di Dio, Calarese 4, Hodges 16, Weglinski 9, Buono 14,

Carnazza 13, Mazzù ne, Soldatesca 18, Marabello 2, Calderazzo 1, Postorino. Allenatore:

Dani Baldaro

Peppino Cocuzza 1947: Copeland 8, Agurs 14, Toto 11, Paulesu, Contaldo 4, Busco 15,

Cocuzza, Raicevic 6, Colica 2. Allenatore Stefano Calderone

Arbitri: Luca Moschitto e Andrea Parisi di Catania

Commenta
(Visited 22 times, 1 visits today)

About The Author