Proger Chieti scatenata: anche il talento di Ty Abbott a servizio delle Furie

Dopo Allegretti, la Proger Chieti, bruciando tutti sul tempo, mette a segno un altro colpo a sensazione. L’ex Forli Tyshawn Abbott è infatti il nuovo talento che arricchisce il team “Furie”, ormai definito nei 4/5 dello starting five. L’acquisto della guardia di Chicago è stato avvallato, con piena soddisfazione, da Cedro Galli, il quale così lo descrive: “È una guardia. dotata di un ottimo tiro da tre e di una bruciante penetrazione a canestro ma che sa mettersi al servizio della squadra, senza mai eccedere in soluzioni individualistiche ed avulse dal gioco. A Forli, dove ho avuto modo di vederlo e apprezzarlo, ha fatto bene, in Turchia è stato invece sfortunato. Non è un solista ma un uomo applicato al gioco. È un giocatore di sistema e il sistema, come Golden State insegna, vince sempre. Ty sarà per noi una grande risorsa”.

Ty Abbott, descritto unanimemente come un ragazzo con spiccate doti da leader e con una grande intelligenza di gioco, è una guardia alta 193 cm. Nato a Chicago il 19 agosto del 1988, Si è messo prima in luce nella Phoenix Desert Vista High, per poi essere reclutato in una delle più prestigiose “chiese” della pallacanestro universitaria statunitense, l’Arizona State University, dove tra le fila dei “Sun Devils” si è distinto, dal 2007 al 2011, non solo per le sue indubbie doti tecniche ma anche per la sua grande applicazione e serietà sia in allenamento che in partita. Negli ultimi due anni di Università, pur giocando in una Conference, altamente competitiva, come la PAC-10 (UCLA, Stanford, Washington State, etc.), stando in campo per più di 32′ a partita, ha realizzato 12,4 punti di media a gara, avendo una percentuale di realizzazione da tre vicinissima al 40%. Approdato nel 2012 in Estonia ha giocato per due stagioni nel Kalev Cramo, vincendo due campionati nazionali di fila e mettendosi in luce come uno dei migliori giocatori del campionato baltico. Giunto a Forlì nell’estate del 2014, ha giocato, per le note vicissitudini della società romagnola, solo sette gare, trasferendosi a dicembre prima in Turchia nella squadra di A1 dell’Eskisehir e poi nel campionato greco di A2 tra le fila della squadra attica del Kifissia BC.

Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author