Promozione Puglia: il Club Giganti Cisternino promosso in serie D

Due triple chirurgiche siglate da Rico Monaco e da Alessio Curri nei minuti incandescenti consegnano la promozione in Serie D al Club Giganti Cisternino che nella finale decisiva elimina l’ostacolo Montedoro San Giorgio Jonico e festeggia la vittoria del campionato davanti un PalaTodisco gremito a fare da cornice a un evento glorioso.

Il totale equilibrio è stato il filo conduttore di un match caratterizzato da enorme intensità e continui capovolgimenti di fronte specialmente nell’ultimo quarto. Il Club Giganti ha disputato una partita notevole sul profilo del carattere, dove è emersa la compattezza del gruppo a disposizione di coach Bruno Marzulli, capace di reagire con prepotenza al gap di 14 lunghezze maturato tra il primo e il terzo quarto dei tarantini, con la coppia Massari-DePasquale in evidenza, e di ritornare in corsa con i dovuti accorgimenti tattici necessari, a cominciare dalla zone-press a tutto campo che ha stravolto i piani dei tarantini di coach Fornaro.

Una stagione memorabile per il Cisternino, premiata da un’organizzazione societaria amministrativa che ha permesso l’allestimento di un roster competitivo, con la coppia di playmaker formata da Riccardo Pepe e da Francesco Zizzi, abili nel gioco in transizione, ma anche nell’uno contro uno ed a trasmettere velocità e dinamismo al gioco del Club Giganti. I tre innesti provenienti da Ceglie Messapica come Alessio Curri, Flavio Argentiero e Marco Nannavecchia hanno trasmesso caratura tecnica al roster, specialmente Curri che si è trascinato il peso delle responsabilità addosso e con l’esperienza di finali playoff alle sue spalle ha trovato le giocate decisive per spianare la squadra verso la promozione. La sua tripla decisiva del 65-62 sul suono della sirena è la fotografia non solo dell’intera partita, ma dell’intera stagione del Club Giganti Cisternino.

Sottocanestro il pivot Argentiero ha fatto valere il suo peso ed è risultato padrone a rimbalzo, così come Nannavecchia, veloce e abile nel recuperare palla agli avversari ed avviare il contropiede cistranese. Contributo importante quello di Rico Monaco, giocatore grintoso e in grado di ricoprire più ruoli, da guardia ad ala-pivot.  Il progressista che ha contribuito al raggiungimento della vittoria del campionato risponde al profilo di coach Bruno Marzulli, che con le sue strategie tattiche ha indirizzato il Cisternino verso la promozione in Serie D. Cisternino ritrova così a distanza di qualche anno la Serie Dilettantistica governata dalla FIP pugliese, dopo le annate importanti di coach Massimo Cafarella che con la coppia formata da Massimo Morè e Ignazio Fino ha sfiorato anche la promozione in Serie C2.

Commenta
(Visited 13 times, 1 visits today)

About The Author