Prova di maturità per la Convergenze Givova Battipaglia

Orazzo “Una vittoria che pesa”

 

Vittoria doveva essere e vittoria è stata, stop. Non c’erano altri pensieri alla vigilia della delicata sfida con il Cus Cagliari, pensieri che domenica sera sono diventati emozioni. Grandi emozioni.

 

Partita vinta con il carattere della squadra e con la tattica del condottiero Massima Riga. Non sarà stata la cosiddetta gara perfetta, ma la Convergenze Givova Battipaglia ha saputo gestire con personalità i momenti topici della gara. Dopo il 9 a 2 iniziale, dove sono protagoniste le tre straniere Gray-Treffers-Zanoguera, le sarde iniziano a rosicchiare pian piano punti preziosi. Tanto che il secondo quarto si apre con il primo vero vantaggio ospite, Chesta questa volta non sbaglia dal perimetro ed il punteggio è capovolto (23-24). Nel pitturato, invece, gioca prevalentemente la PB63Lady, con Gray e Treffers che hanno più volte la meglio su Milic. Ma ormai nessuno più riesce a scappare via, neanche quando Orazzo ad uno e mezzo dal riposo lungo fa due su due al tiro (momento nel quale la neo entrata Andrè porta qualità e quantità).

 

Il primo vero scossone nel corso della gara dello Zauli si avverte negli ultimi due minuti del terzo quarto. Zanoguera, grande protagonista, segna da tre e poi fornisce l’assist a Treffers per il gioco da tre punti. Il +12 lievita subito nel quarto periodo, il capitano Orazzo è letale dall’angolo con il suo tiro. Nel finale Chesta mette dentro la tripla del 72-64, mentre Prahalis si conquista più volta la lunetta (con tanto di dediche inutili al pubblico di casa). Ma è troppo poco. Andrè, che sostituisce l’acciaccata Treffers, lotta come una veterana sotto le plance, Gray invece colleziona canestri pesantissimi (per lei quarta doppia-doppia stagionale). Il sigillo conclusivo è di Trimboli con il canestro da tre che significa vittoria, 82-69: “Due punti che pesano tanto, sia sulla classifica che sul moraleil racconto di Marida Orazzo a fine gara -. Era importante dare continuità alla vittoria di Vigarano, ci siamo riuscite offrendo un’ottima prestazione contro un avversario ostico. Ma ora non fermiamoci“.

CONVERGENZE BATTIPAGLIA-CUS CAGLIARI 82-69 (23-21, 38-38, 63-51)

Convergenze: Trimboli 3, Orazzo 10, Tagliamento 4, Bonasia 4, Treffers 14, Russo ne, Diouf ne, Ramò 2, Gray 24, Andrè 2, Zanoguera 19, Costa. Coach: Riga

Cagliari: Canalis ne, Scano ne, Faedda ne, Benic 3, Zucca ne, Milic 21, Arioli 13, Chesta 9, Prahalis 23, Gombac. Coach: Restivo

Arbitri: Caforio-Capurro-Ferretti.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author