Pu.Ma. Trading Taranto-We're Ortona 76-79, il Cus Jonico si sveglia troppo tardi

PU.MA. TRADING TARANTO – WE’RE ORTONA 76-79

Pu.Ma. Trading Basket Taranto: Fioravanti 9, Azzaro 9, Caldarola, Enhie, Di Salvatore ne, Procacci 32, Ciampaglia 4, Laquintana 18, Veccari 2, Sacchetti 2. All: Putignano.

We’re Basket Ortona: Abassi, G. Di Carmine 22, Gialloreto 17, Bertocco 2, Agostinone ne, Martone 6, A. Di Carmine 2, Martelli 5, Musso 7, Castelluccia 18. All: Quilici.

Parziali: 21-20, 34-45, 53-69

Arbitri: Alessandro Soavi di Cagli (PU) e Nicolò Bertuccioli di Pesaro. Usciti per falli: Fioravanti (T, 4°q); Spettatori: 750 circa.

La tripla di Procacci che non va. Sarebbe stata l’ennesima ma ancora una volta la Pu.Ma. Trading Taranto resta a bocca asciutta. Nonostante una grande rimonta nell’ultimo quarto, da -24 a -3 il Cus Jonico deve recriminare sui due quarti centrali dove Ortona ha preso il largo. Invano o quasi i 32 punti di Procacci, i 18 di Laquintana a furie di triple che hanno messo paura ad Ortona a Di Carmine che con i suoi 22 punti ha trascinato la We’re insieme a Castelluccia, 18, e Gialloreto, 17. Coach Putignano ancora in contumacia Chiacig lancia l’ultimo arrivato Ciampaglia in quintetto con Procacci, Fioravanti, Azzaro, Laquintana. Gianluca Di Carmine, Gialloreto, Martone, Musso e Castelluccia le scelte iniziali di coach Quilici.

Procacci infila subito una tripla, Fioravanti segna da sotto per il 5-0 Cus. Capitan Di Carmine risponde con due canestri ma Taranto ha buon ritmo in attacco: vanno a segno Procacci ancora di tripla e poi Fioravanti e Ciampaglia che segna subito i primi punti in rossoblu per il 12-6 che costringe coach Quilici al time put al 5’. Che spezza il ritmo rossoblu, Ortona torna a -2 con Di Carmine-Castelluccia. Ciampaglia ci prende gusto, altro canestro per il 14-11 al 7’. Qualche cattiva gestione in transizione con palla persa porta Castelluccia e Gialloreto al sorpasso Ortona, 14-15 che dura solo un attimo, il tempo per Laquintana di infilare due “bombe” che portano il Cus a chiudere avanti il primo quarto 21-20 nonostante il canestro ospite in extremis di Musso.

Punto a punto il secondo quarto con Sacchetti che mette dentro un piazzato per rispondere al tentativo di allungo ospite con Castelluccia e Di Carmine. Poi sorpasso e controsorpasso a suon di triple di Laquintana e Gialloreto. Ma a far la voce grossa da fuori ci pensa Castelluccia che piazza due tiri da lontano per il 30-35 e time out coach Putignano al 15’. Immarcabile Castelluccia che segna ancora per il +11 della We’re ed un break di 0-8 interrotto solo dai liberi di Azzaro e Fioravanti ma che non cambiano la sostanza del 34-45 con cui si va all’intervallo.

Gialloreto apre il terzo quarto col canestro del +14 Ortona., poi Castelluccia, ancora tripla per il +16 prima del canestro di Procacci. Ma Ortona dilaga sempre con Gialloreto e Castelluccia e va a +21, 39-60 con rossoblu anche innervositi da qualche provocazione di troppo. Martelli infierisce di tripla per il +24. Procacci prova a rianimare la squadra con 8 punti in fila, caricando anche Fioravanti che segna una tripla in chiusura di quarto di fatto riaprendo la partita sul 53-69.

Laquintana l’accende ancora di più con la tripla del -11 anche se Taranto perde Fioravanti per 5° fallo. Laquintana va ancora fino in fondo, per il -7, 64-71, in un crescendo anche di tifo al PalaMazzola che mai come ora ci crede. L’ex Mola è in ritmo e mette in ritmo anche i compagni, come Procacci chiamato due volta al tiro da fuori e cecchino per il 70-73 a 5’ dalla fine per un break di 17-4 che diventa 20-5 quando Procacci infila la terza tripla di fila per il -2. Azzaro stringe i denti ma non ce la fa per il finale, gran finale quando capitano Procacci fa poker di triple per il -1 a 2’ dalla fine. Musso riporta Ortona in retina per il 76-79 a 1’ dalla fine. Procacci tenta l’ennesima perla da fuori, sarebbe il pari, ma stavolta non va. Ortona manca il match point dall’altra parte, al Cus però restano soli 9 secondi e la “preghiera” di Procacci per portare tutti ai supplementari non viene esaudita. Resta rammarico, tanto rammarico per quel che poteva essere e non è stato.

Domenica si va in trasferta, in casa della prima della classe, Montegranaro con lo stesso spirito, dell’ultimo quarto.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Pu.Ma. Trading Basket Taranto & Virtus Taranto

Commenta
(Visited 25 times, 1 visits today)

About The Author