Ragusa batte Sesto e conquista la semifinale di Supercoppa femminile

Ragusa si aggiudica il quarto di finale di Supercoppa contro Sesto San Giovanni e approda alle semifinali, in programma domani, dove troverà ad attenderle proprio le padroni di casa di Schio, ieri vittoriose su Vigarano.

Non la più bella partenza per le ragazze di coach Gianni Recupido, che subiscono un 11-0 iniziale da parte della squadra di Cinzia Zanotti, poi pian piano Ragusa inizia a trovare la giusta intensità in difesa e buone giocate in attacco, e si rimette in partita, riuscendo a piazzare la zampata decisiva nella seconda metà di una gara che, comunque, è stata sempre aperta e tutto sommato in equilibrio fino alla fine, ma nella quale negli ultimi minuti le ragusane sono riuscite ad andare in controllo. 70-64 il punteggio finale, con quattro giocatrici di Ragusa in doppia cifra: Marshall 20, Kuier 14 (doppia anche alla voce rimbalzi: 14), Romeo 13 e Tagliamento 10, ma soprattutto con alcuni segnali incoraggianti per coach Recupido, che cercava risposte importanti sul piano del gioco e dell’applicazione.

“Un pessimo inizio – commenta il tecnico biancoverde – per via probabilmente di un po’ di emozione, poi ci siamo adeguati e le cose sono andate decisamente meglio. Poi potevamo vincerla o anche perderla e fortunatamente abbiamo vinto, ma rimane un cambio nel corso della partita che è stato molto positivo. Ovviamente siamo lontani dalla migliore amalgama di squadra, non abbiamo grandi letture, e abbiamo perso troppe palle oltre ad avere commesso errori in diesa. Ma l’atteggiamento è stato quello giusto. Schio? Sono molto probabilmente più avanti di noi, ma da parte nostra abbiamo il piacere di goderci un’altra partita di basket e di giocarci questo trofeo”.

Domani alle ore 20,00, dunque sempre al Palaromare, sarà tempo di semifinale, e sarà ancora una volta Schio-Ragusa.

Commenta
(Visited 23 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.