Rainbow Catania, arriva Marija Eric

Colpo di mercato per la Rainbow Catania Basket. Concluso, infatti, nel migliore dei modi l’accordo tra il presidente Fabio Ferlito e la playmaker serba di fama continentale Marija Eric. La cestista, nata il 2 maggio del 1983, ha vestito maglie di grande prestigio, quali Stella Rossa, in Serbia, Acetum Cavezzo, Germano Zama Faenza, Napoli Basket Vomero, Priolo e Roberta Faenza in Italia, Dynamo Kursk e Spartak Noginsk in Russia e Tabes Gespe Bigorre in Francia. Inoltre, Marija Eric annovera nel proprio curriculum anche 10 presenze con la maglia della nazionale serba, condite da ben 81 punti. Dopo oltre dieci anni in cui ha calcato palcoscenici di grande livello e prestigio, si è accasata alla Lazùr Catania, con cui ha disputato lo scorso anno il campionato di Serie B.

Una giocatrice di altissimo profilo tecnico che non ha bisogno di ulteriori presentazioni e che va ad arricchire una rosa di grandissima qualità, aggiungendo preziosa esperienza all’esplosiva gioventù che caratterizza le fila della Rainbow. Quest’anno più che mai, quindi, sembra esserci il mix perfetto per una stagione eccezionale.

La Rainbow Catania si presenta così all’appuntamento con la Stella Basket Palermo con una nuova pedina, la playmaker Marija Eric. Domani alle 17.30 la giocatrice scenderà sul parquet del PalaCatania insieme alle compagne per l’esordio in campionato. Prima la giornata di riposo, poi il rinvio per l’allerta meteo; di fatto quella di domani sarà la prima uscita stagionale per la squadra del presidente Fabio Ferlito. «Sicuramente l’innesto di Eric è un supporto importante in cabina di regia» commenta coach Gabriella Di Piazza. «E’ una giocatrice che non ha bisogno di presentazioni – prosegue Di Piazza – ma la Eric di sicuro saprà valorizzare le potenzialità della squadra, come sempre sottolineato il nostro interesse principale è quello di fare crescere le piccole che con lei, come accade con le altre senior, potranno trovare stimoli interessanti».
Sulla gara in programma domani al PalaCatania, coach Di Piazza si rammarica di non avere ancora potuto disputare una gara in campionato. «Cominciamo con due giornate di ritardo, il Palermo visto in questo campionato è veloce e aggressivo. Significa che noi dovremo avere un impatto immediatamente agonistico. Ma sono sempre dell’idea che non esistono partite semplici…».

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author