Ravenna cede il passo alla De Longhi Treviso 72-59

Una brutta OraSì Ravenna cede il passo alla De Longhi Treviso nel grande palcoscenico del PalaVerde. Di fronte ad oltre 5000 spettatori i giallorossi non trovano mai l’energia e la qualità giusta per tenere il passo dei padroni di casa, che conducono dal 1’ al 40’ con autorità. Migliore in campo è il faentino Matteo Fantinelli che ai 12 punti aggiunge ben 8 assist e 5 rimbalzi, mentre Treviso manda altri tre giocatori in doppia cifra, Perry (13), Moretti (14) e Ancellotti (10). Con Masciadri fermo ai box, Marks è top scorer con 16 punti, Smith e Tambone trovano appena la doppia cifra a quota 10, ma tutta la squadra appare sotto tono di fronte alla grande solidità dei padroni di casa e alla forza del PalaVerde.

LA PARTITA

I giallorossi partono subito contratti e subiscono la presenza a rimbalzo d’attacco di Ancellotti, mentre Treviso segna subito con Fantinelli dal post basso e non si ferma più volando subito a +10 sul 16-6, rintuzzato da Tambone e da una tripla di Crusca per il 18-12 sul quale si chiude il primo quarto. In apertura di secondo parziale la musica però non cambia e Ravenna continua a faticare contro una solidissima difesa trevigiana che riesce a non concedere mai tiri comodi ai giallorossi. La De Longhi tocca il +15 sul 29-14 prima di metà quarto grazie a Perry e a una bomba dell’ottimo La Torre, poi Marks prova a prendere per mano l’OraSì, ma per i padroni di casa si accende Moretti che con 8 punti mantiene a distanza gli ospiti, prima sul 35-20, poi sul 39-24. Il fallo tecnico fischiato a Saccaggi costa alla guardia trevigiana il quarto personale e fissa il punteggio all’intervallo lungo sul 39-27.

Al rientro dagli spogliatoi Ravenna non trova l’energia giusta per ricucire il distacco, che anzi si allarga fino al massimo vantaggio +19 quando a metà quarto i padroni di casa toccano il 53-34. Treviso non dà mai l’impressione di essere in difficoltà e controlla chiudendo il parziale sul 57-40, poi in apertura di quarto periodo torna a +19 sul 59-40 grazie a Perry. A partita ormai andata l’OraSì si scuote e firma un parziale di 0-9 per tornare a -10, grazie alla zona e al quintetto piccolo, ma sul 61-51 i padroni di casa spengono le residue speranze giallorosse grazie all’apporto degli americani. Il 7-0 vale il 68-51 e 3’ dalla fine e la vittoria per Treviso, che allenta la tensione e concede gli ultimi punti a Tambone per il definitivo 70-59.

Commenta
(Visited 42 times, 1 visits today)

About The Author