Ravenna vince e diverte il Pala De Andrè: nel derby con Imola è 90-75

OraSì Ravenna – Andrea Costa Imola 90-75 (23-24, 50-32, 74-49)

Ravenna: Smith 10, Scaccabarozzi, Sgorbati 5, Chiumenti 15, Marks 16, Raschi 11, Masciadri 12, Tambone 11, Crusca 3, Seck 2, Sabatini 5. All. Martino.

Imola: Tassinari 6, Cohn 15, Cai, Maggioli 15, Wiltshire ne, Ranuzzi 11, Preti ne, Hassan 11, Paci 2, Rogic 12, Dri 3. All. Ticchi.

 

 

È un’ottima prestazione collettiva quella con cui una convincente OraSì conquista il derby contro Imola per 90-75. Dopo un primo quarto di bassa intensità difensiva, i giallorossi prendono il controllo del match con un secondo quarto da 27-8 e non perdono più la maniglia esaltando il pubblico del Pala De Andrè. Ravenna tira il 58,5% dal campo e manda sei giocatori in doppia cifra: Smith (10), Chiumenti (15), Masciadri (12), Raschi e Tambone (11), con Marks top scorer a quota 16. Per Imola 15 punti per Maggioli e Cohn, 11 per Hassan e Ranuzzi e 12 per Rogic, che segna però solo nel quarto periodo, quando tra le fila giallorosse trovano largo spazio anche i più giovani.

 

LA PARTITA

L’OraSì entra in campo con l’atteggiamento giusto e grazie a 5 punti di Masciadri si porta subito sul 9-11. I giallorossi allentano però la tensione e regalano qualche punto di troppo in contropiede, permettendo agli ospiti di trovare il sorpasso sul 9-11 dopo 5’. La partita prosegue su ritmi alti, con Imola trascinata da Maggioli (9 nel primo quarto) e Ravenna che trova il pareggio a quota 18 con la tripla di Tambone. Cohn risponde subito per il 18-21, prima che l’apporto di Chiumenti permetta ai padroni di casa di chiudere a -1 il primo periodo sul 23-24. I ragazzi di Coach Antimo Martino rientrano in campo con più energia nel secondo quarto e, guidati da una solida difesa e dai canestri di Marks, firmano un gran parziale di 12-1, trovando sorpasso e allungo sul +10 (35-25). Imola prova a reagire affidandosi ancora a Maggioli per il 38-31, ma l’OraSì costruisce canestri facili grazie alla difesa e al contropiede. La bomba in transizione di Masciadri vale il +14 sul 45-31 e il nuovo parziale di 12-0 porta i padroni di casa al +19 (50-31). Un tiro libero di Cohn arrotonda il punteggio (50-32) sul quale le squadre rientrano negli spogliatoi.

Ravenna non abbassa la tensione in apertura di secondo tempo e con 8 punti di Smith trova subito il +24 sul 58-34. Imola prova un’ultima reazione con le triple di Cohn e Ranuzzi (58-40), ma i canestri di Chiumenti e due liberi di Raschi chiudono un altro parziale di 12-2 che fissa il massimo vantaggio a +26 (68-42). Ranuzzi segna ancora da tre, ma la partita è ormai in mano ai ragazzi di Coach Antimo Martino che dà spazio anche a Fadilou Seck. Il terzo quarto si chiude sulla bomba di Tambone che vale il 74-49 e l’ultimo periodo è utile solo per dare spazio a chi di solito ne ha meno. Il pubblico del Pala De Andrè si esalta per il canestro e la stoppata di Seck, mentre in campo vola qualche scintilla e Imola riduce il passivo al -15 finale, con il tabellone che segna 90-75.

 

 

fonte: Ufficio Stampa OraSì Basket Ravenna

Commenta
(Visited 20 times, 1 visits today)

About The Author