Recanati-Jesi, nelle marche è tempo di derby

Tutto ormai pronto per la quarta sfida della giovane storia del DERBY tra US Basket Recanati e Aurora Basket Jesi. La sfida dell’A2 Citroen tutta marchigiana avrà come scenario il PalaPrometeo Estra “L.Rossini” di Ancona, in passato teatro di altri derby che hanno portato sulle gradinate dell’impianto dorico il grandissimo pubblico. E c’è attesa anche per questa partita che oltre a rivestire gli innegabili panni di sfida campanilistica ha oggettivi motivi di interesse legati alla classifica.


In casa recanatese si respira aria nuova dopo la vittoria di Imola, la seconda nelle ultime tre partite che ha permesso ai gialloblu di accorciare le distanze dalle rivali per la corsa alla salvezza. A fare il punto della situazione il GM Paoletti, jesino doc che vanta un lungo passato all’interno dei quadri dirigenziali dell’Aurora. «Siamo nel mezzo di un ciclo fondamentale che deciderà il nostro futuro,avendo quattro partite in casa ,a partire dal derby con Jesi, ed una sola trasferta. Al di là del fattore derby e dei precedenti negativi quello che più mi preoccupa è il fatto che l’Aurora sia una delle squadre più organizzate della Serie A2 con due americani super che hanno il compito di finalizzare il lavoro svolto dal resto della squadra. Dovremo essere pertanto bravi a limitarli con la grande intensità difensiva,che abbiamo mostrato con il ritorno del coach Giancarlo Sacco, rimanendo concentrati per tutto l’arco del match, oltre alla ritrovata verve in attacco».
Dallo spogliatoio leopardiano esce la voce di Federico Loschi, uno degli uomini più in forma della squadra di Sacco. «Il derby sarà senz’altro un match tosto nel quale ci sono in palio punti pesanti in chiave salvezza. Jesi ha dei giocatori importanti sui quali svettano gli americani Bowers e Davis e pertanto dovremo incentrare la nostra difesa su di loro. Noi stiamo migliorando di partita in partita, lavorando di squadra, lo abbiamo dimostrato in queste ultime partite. Stiamo fisicamente bene e domenica nel derby daremo il massimo, ce la metteremo tutta per cogliere un risultato positivo per il morale e soprattutto per la classifica».

Nell’US Basket Recanati ancora assente Capitan Attilio Pierini che sta proseguendo il recupero dall’intervento chirurgico alla caviglia di un mese fa. Sarà ancora in borghese a bordo campo Erik Rush, il neo gialloblu che sarà a disposizione di Sacco dalla trasferta di Piacenza cioè quando il mercato sarà riaperto.

L’Aurora Jesi arriva al PalaPrometeo Estra “L.Rossini” dopo una settimana importante dal punto di vista societario che ha visto l’ingresso del nuovo main sponsor. E proprio nel derby di Ancona farà l’esordio sulle maglie gialloblu il logo Termoforgia. «Affronteremo un derby di importanza fondamentale per entrambe le squadre in chiave salvezza – dice il bravo e giovane tecnico aurorino Damiano Cagnazzo  affrontiamo una squadra in ottima salute che negli ultimi tre turni ha raccolto tutto il gran lavoro svolto finora, centrando due vittorie di cui una in trasferta ad Imola e rimettendosi in piena corsa verso la salvezza. Sarà una sfida difficilissima per noi sia perché i nostri avversari ci proporranno problematiche tecnico-tattiche, sia per la doppia valenza della contesa (derby, sfida salvezza). Dovremo mettere in campo la massima determinazione nel limitare i loro punti di forza, disputare una grande prestazione come collettivo a livello difensivo e sfruttare al meglio le nostre caratteristiche positive . La settimana è stata allietata dalla notizia dell’accordo con l’azienda TermoForgia come primo sponsor fino al termine della stagione, questo dovrà darci ancora più stimoli nel voler inaugurare questo nuovo binomio nel migliore dei modi. Mi auguro di vedere tanti supporter jesini al nostro seguito nella vicina Ancona, il loro sostegno sarà decisivo»
La Termoforgia Jesi può ritenersi una delle rivelazioni del girone di andata. 7 vittorie su 15 partite disputate, un fatturato dato dalle tre vittorie iniziali (compreso il derby dell’andata vinto 68-61 dai leoncelli) e poi 4 successi nelle ultime 6 partite dell’andata. In mezzo un ciclo negativo di 6 gare che però non ha affatto scalfito il morale degli arancioblu. Il quintetto di Cagnazzo solitamente si compone del giovane playmaker fanese, Matteo Battisti, sugli esterni agiscono i due USA ritenuti a ragion veduta la migliore coppia di americani dell’intero Girone Est. Timmy Bowers, 35 anni compiuti in settimana ed esperienza da vendere così come il suo debordante talento offensivo, e Dwayne Davis, il miglior marcatore arancioblu e secondo nella classifica marcatori dopo il rosetano Smith. Il settore lunghi è composto da una validissima coppia di italiani con il pesarese ed esperto Andrea Benevelli e il capitano Marco Maganza (anche per il centro friulano compleanno festeggiato in settimana). Dalla panchina elementi come Filippo Alessandri. Giga Janelidze e il ’96 Andrea Picarelli. Con loro, sulle gradinate del palasport anconetano, è attesa una nutrita rappresentanza del tifo aurorino che non farà mancare il suo calore alla squadra nella trasferta logisticamente più comoda dell’anno.

 

Il bilancio del “Derby delle Marche” in A2 è di 3-0 a favore della formazione aurorina. Nella scorsa stagione, Jesì violò il PalaCingolani alla 3a giornata di andata (79-72). La sconfitta costò tra le file leopardiane il taglio dell’americano Shane Gibson che venne poi sostituito da Adam Sollazzo. Nel retour-match all’Ubi Bpa Sport Center una tripla di Greene  a fil di sirena diede la vittoria (86-83) a Jesi. Nel match di andata, trascinata da Davis (27 punti) e Bowers (13) l’Aurora fece tris. Loschi (16), Sorrentino (14) e Pierini (10 punti) in doppia cifra tra le file gialloblù. Un ex per parte nel derby: il pivot Marco Maganza, attuale capitano jesino ed ex leopardiano nella stagione 2011-12 in DNA, e l’attuale direttore generale Michele Paoletti, al suo secondo anno a Recanati dopo essere stato 11 anni a Jesi quale responsabile dell’area comunicazione, segreteria e organizzativa.

 

Arbitri del DERBY. Alessandro Tirozzi di Bologna (ha diretto l’US Basket Recanati nella gara interna contro Treviso, ha incontrato Jesi nella trasferta di Ravenna), Francesco Terranova di Ferrara (ha arbitrato i gialloblu a Chieti, gli arancioblu in casa contro Udine) e Aydin Azami di Bologna (precedenti Chiet-Jesi e Recanati-Roseto).

Commenta
(Visited 45 times, 1 visits today)

About The Author