Reggio Emilia contestata dopo il ko con Pistoia. Paterlini: "Squadra da rifondare"

La sconfitta allo scadere subita al PalaBigi contro la Oriora Pistoia (82-84) ha fatto scattare la contestazione dei tifosi attorno alla Pallacanestro Reggiana. Alcuni sostenitori della formazione di coach Cagnardi si sono recati fino all’ingresso degli spogliatoi per contestare i giocatori, tacciati di non aver messo in campo gli attributi e l’atteggiamento giusto.

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta di Reggio, decisivo per calmare gli animi è stato l’intervento dei vari Riccardo Cervi, della security e del Direttore Sportivo, Filippo Barozzi. Il capitano dei reggiani, Cervi, ha rilasciato dichiarazioni molto dure a fine partita.

Non siamo un gruppo unito, ma dobbiamo essere bravi a non perdere la calma. Ora ci saranno due settimane di pausa, da sfruttare per ricompattarci ancora di più” – ha commentato il 27enne capitano – “In questi mesi abbiamo fatto mille riunioni tra di noi, ma evidentemente non hanno portato ad un rimedio efficace. Non dobbiamo sfaldarci, dato che siamo ancora a novembre, e abbiamo tutte le carte per fare bene. Ulteriori divisioni, in questo momento, non farebbero altro che rovinare ulteriormente questa annata“.

Non ci è andato per niente leggero anche Ivan Paterlini, vice presidente di Reggio Emilia: “Ci risiamo ancora una volta. Arriva il Natale e la squadra è da rifondare” – commenta ancora a La Gazzetta di Reggio – “Sul coach non tocca a me decidere; qui sarebbe tutto da cambiare. Non si difende, non ci sono schemi efficaci, si sbagliano troppi tiri. Forse qualche giocatore dovrebbe essere pagato proprio in base ai canestri che realizza…“.

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.