Reggio vince al PalaRadi 68-71

Nell’anticipo di campionato una determinata Reggio Emilia impone lo stop casalingo alla Vanoli Cremona vincendo al PalaRadi con il punteggio finale di 68-71. Un’occasione sprecata per gli uomini di coach Sacchetti che non riescono mai a trovare il ritmo giusto in una partita dove la zona e la difesa schierata della Grissin Bon tolgono transizione e tiri aperti alla Vanoli inchiodandola sotto quota 70. Una partita, quella del PalaRadi, che è vissuta sul filo dell’equilibrio, con Cremona che prova a dare il primo strappo nel secondo quarto ma è subito ripresa dagli ospiti. Il 35-35 all’intervallo fotografa perfettamente la situazione. Ci si aspetta una Vanoli più determinata a inizio ripresa ma sono gli ospiti che provano a scappare (35-43 al 25′ con la tripla di Markoishvili). Cremona rincorre nel punteggio e la tripla di Ruzzier sulla sirena del 30′ fa ben sperare. Nell’ultimo quarto la Vanoli trova finalmente un po’ di ritmo e con le triple di Martin e Johnson- Odom e il canestro di Milbourne riesce a prendere 3 punti di vantaggio (68-65). Due canestri da sotto di Wright ridanno però l’inerzia agli ospiti (68-69). La palla persa di Johnson-Odom condanna Cremona con la Grissin Bon che chiude con il canestro in contropiede di Markoishvili.

 

I PROTAGONISTI – Nessuno brilla nella Vanoli. I numeri dicono di un Sims da 15 punti, 8 rimbalzi e 9 falli subiti e di un Martin da 12 punti e 6 palle recuperate. Sottotono Darius Johnson-Odom che non va in doppia cifra (9). 7 punti e 4 assist per Travis Diener. Per Reggio Emilia ottima prova di Della Valle che ne mette 24 subendo 7 falli, ma è Wright che la decide con gli ultimi due canestri da sotto. Per lui una prova da 18 punti e 14 rimbalzi.

IL DATO – Cremona la perde a rimbalzo (40 a 31 per gli ospiti con ben 11 rimbalzi offensivi per gli emiliani) e la perde ai liberi. Ben 9 quelli sbagliati dai biancoblu (10/19) che non capitalizzano il maggior numero di viaggi concessi alla linea della carità.

IL MOMENTO CHIAVE – Dopo aver ricucito lo strappo portandosi in vantaggio di tre punti a due minuti dal termine, Cremona subisce il canestro su rimbalzo offensivo di Wright che è bravo a convertire in due punti il mancato tagliafuori cremonese. L’inerzia torna in mano reggiana con gli ospiti che ritrovano poco dopo il vantaggio con un’ulteriore canestro su rimbalzo d’attacco. La palla persa in uscita dal time out condanna definitivamente Cremona alla sconfitta.

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author