Rekico Faenza, Benedetti avverte: "A Desio sarà una battaglia"

Forte del quinto posto solitario in classifica, la Rekico si presenta in casa della Rimadesio Desio, formazione ancora in corsa per entrare nella zona play off. La partita in programma domenica alle 18 al Palasport Aldo Moro (via San Pietro 1, Desio) si preannuncia dunque molto delicata, ma ancora una volta i faentini potranno contare sui tanti tifosi che saranno presenti sugli spalti.

L’AVVERSARIO La Rimadesio Desio è riuscita nell’ultima giornata a fermare la marcia della capolista Orzinuovi, interrompendone la striscia di dieci vittorie consecutive e confermando di avere un rendimento migliore in trasferta (6/10) rispetto a quello casalingo dove ha vinto soltanto due delle nove gare disputate, record negativo che condivide con Sestu. Il colpo ad Orzinuovi testimonia l’ottimo momento di forma della squadra di coach Davide Villa, rinforzatasi da poche settimane con la guardia Ariel Svoboda, acquisto che ha portato alla partenza del playmaker Roberto Buzzini. L’ex Ortona (serie B) ha segnato 15 e 23 punti nelle prime due uscite, diventando il nuovo terminale offensivo dei lombardi. Altri giocatori di punta sono l’ala Marco Torgano (assente all’andata), che viaggia a 15 punti di media, e la guardia Andrea Negri (14.7). Giocatori di grande esperienza sono anche il pivot Filippo Politi, l’ala grande Damiano Verri e la guardia Simone Casati, ottimo tiratore. Tanta qualità c’è pure tra gli under con il playmaker Luca Valentini e l’ala Giovanni Poggi, freschi di convocazione al raduno dell’Under 20, e i lunghi Andrea Mazzoleni e Luis Albique. Contro la Rekico dovrebbe debuttare anche Eric Ruiu, ala/centro 21enne proveniente da Casale Monferrato (serie A2) arrivato a Desio in settimana. Nel match d’andata i faentini vinsero 70-63.

IL PREPARTITA «A Desio ci attende una vera e propria battaglia – sottolinea il playmaker Lorenzo Benedetti – e dovremo avere lo stesso atteggiamento che ci ha permesso di superare Padova. In classifica occupiamo una buona posizione e credo che potremo provare anche a puntare al quarto posto, ma prima sarà necessario conquistare matematicamente i play off e mantenere un buon vantaggio sulle inseguitrici. Desio è una delle squadre ancora in corsa per entrare tra le prime otto, ma nel gruppo delle none temo maggiormente Milano, perché ora che è al completo sta mostrando tutta la sua forza. L’importante sarà pensare ad una partita alla volta a cominciare da quella a Desio, formazione con tanti ottimi giocatori come Torgano, Negri e Svoboda, che ha come caratteristica il tiro da tre ed infatti ne tenta di media trenta a partita. Dovremo quindi limitarli e metterli in difficoltà, costringendoli ad altre soluzioni in attacco».

Commenta
(Visited 46 times, 1 visits today)

About The Author