Rekico Faenza, Maccaferri suona la carica: "Batterie ricaricate, siamo pronti"

Ultimi due impegni del 2016 per la Rekico, attesa da tre giorni di fuoco in cui sarà impegnata in casa della GIMAR Lecco domani alle 18 (Centro Sportivo Bione, via Buozzi 38, Lecco) e mercoledì alle 21 sul campo della CO.MARK Bergamo (Palasport Italcementi, via Statuto, Bergamo). Si parte dunque dall’insidiosa trasferta a Lecco, squadra appaiata alla Rekico in classifica con 16 punti e imbattuta in casa nelle sei gare disputate, lo stesso ruolino di marcia di Faenza. Numeri che testimoniano la forza dell’avversario e dunque ancora una volta occorrerà la migliore Rekico per centrare la sesta vittoria consecutiva.

L’AVVERSARIO La GIMAR Lecco sta disputando una stagione molto positiva nonostante la partenza dell’asse play-pivot composta da Giulio Mascherpa (ora a Tortona in A2) e da Giorgio Piunti (passato a Orzinuovi in B), protagonisti della scorsa annata dove la GIMAR ha chiuso al sesto posto, venendo poi eliminata ai play off da Bergamo. La forza di Lecco è nel collettivo: i punti sono equamente divisi e ben dieci giocatori sono inseriti nelle rotazioni del roster guidato dal confermato coach Massimo Meneguzzo. Sono cinque i volti nuovi che ha portato il mercato estivo, andati a rinforzare ogni reparto. Come guardie sono arrivati Daniele Quartieri, (ex Desio serie B) che sta viaggiando a 9.8 punti a gara, e Dario Piva (ex Agrate, C Silver lombarda), mentre la cabina di regia è stata rinforzata con Michele Peroni, (nell’ultima stagione a Viterbo in B) terzo realizzatore di Lecco con 9.8 punti a match, e Carlo Fumagalli, proveniente da Mantova (A2 girone Est). L’ultima new entry è l’ala/centro Gaetano Spera, giocatore alto 210 cm e con un passato nel college americano e nelle nazionali giovanili. Importanti anche le conferme, dove spiccano il centro Jacopo Balanzoni, miglior realizzatore della GIMAR con 12.2 punti di media, il play Davide Todeschini (10.2) e la guardia/ala Giacomo Siberna. Completano il roster le ali Emanuele Urbani e Luca Brambilla.

IL PREPARTITA «La settimana di riposo ci ha permesso di ricaricare le batterie – spiega il playmaker Alessandro Maccaferri – e ora siamo pronti per queste due difficili trasferte contro squadre davvero ben organizzate. A Lecco ci attende una vera battaglia, perché affronteremo una squadra fisica e aggressiva come testimonia anche il numero di falli che commette in media a partita, e che può contare sulla rotazione di ben dieci uomini. Dovremo quindi essere bravi a giocare una pallacanestro fisica e a lottare per quaranta minuti. Il fatto poi che Lecco non abbia mai perso in casa sottolinea maggiormente la forza di quel gruppo. A livello di singoli conosco molto bene Quartieri, mio compagno di squadra in alcune edizioni del torneo dei Giardini Margherita a Bologna, ma è tutto l’organico ad essere competitivo. Ci presentiamo a questa gara con il morale altissimo e con l’intenzione di provare a centrare uno dei primi due posti al termine dell’andata che ci garantirebbero l’accesso alla Coppa Italia. Un obiettivo che non era neanche immaginabile ad ottobre, ma ora che siamo in corsa vogliamo provare fino all’ultimo a raggiungerlo, sempre però mantenendo l’umiltà e la concentrazione che ci hanno contraddistinti in questa prima parte di stagione permettendoci di disputare un ottimo campionato».

Commenta
(Visited 42 times, 1 visits today)

About The Author