Remer Treviglio: Grande vittoria dopo un supplementare

Una vittoria al cardiopalma quella conquistata dalla Remer Treviglio che sconfigge sul parquet del PalaFacchetti un avversario di tutto rispetto come l’Andrea Costa Imola: il punteggio finale di 84-80 è maturato solamente dopo un tempo supplementare e soprattutto una partita che ha visto i ragazzi del presidente Testa condurre le danze fino all’ultimo quarto in cui gli ospiti sono rientrati spinti dalle giocate di Anderson fino quasi ad avere la vittoria in pugno nei secondi finali; la Remer però ha dimostrato di volere questi 2 punti nonostante tutto e tutti andando a strappare l’overtime con Rossi all’ultimo secondo e piazzando le coltellate decisive da dietro l’arco nei 5’ extra, riscattando un match che l’aveva vista sbagliare più del normale. Una vittoria fondamentale ai fini della salvezza (ormai una formalità) e soprattutto della corsa ai playoff che la vede ora come una più che seria pretendente al tabellone per la promozione in Serie A.

Coach Vertemati schiera per la palla a due Marino in difesa, Kyzlink e l’ex biancorosso Turel sugli esterni, Sorokas e Rossi sotto canestro; dall’altra parte coach Ticchi manda in campo l’ex Sabatini in regia, Anderson e Hassan sugli esterni, Washington e Maggioli sotto canestro.

È proprio l’ex biancoblu ad aprire le danze in contropiede, risponde subito Treviglio con Sorokas in un inizio di match combattuto che vede gli ospiti colpire con Maggioli e il 3/3 dalla lunetta di Anderson e la Remer rispondere con la tripla di Turel e il contropiede lanciato dall’ex Imola e chiuso da Kyzlink. Treviglio cerca di muovere la palla il più velocemente possibile in attacco per muovere la difesa degli ospiti che subiscono i canestri di Rossi e Sorokas ma mantengono la parità con la tripla di Hassan e la penetrazione di Maggioli (12-12 dopo 5’). Seconda metà di quarto in cui Imola si affida soprattutto a Leonard Washington che infila 4 punti e poi serve all’accorrente De Nicolao la palla del sorpasso ospite (17-18), dall’altra parte Treviglio colpisce con Rossi e Tambone da 3 punti ma concede qualcosa di troppo in difesa e non riesce a bucare la retina in attacco concedendo così il sorpasso biancorosso. Il momento di appannamento volge al termine negli ultimi 2’ in cui subisce il canestro di Prato ma infila 4 punti con Turel e un piazzato con l’appena entrato Spatti e chiude i primi 10’ di gioco avanti 23-21.

Riparte bene la Blubasket con la tripla di Tambone e il canestro da sotto di capitan Rossi, dall’altra parte coach Ticchi si gioca la carta del doppio play con De Nicolao e Sabatini in campo assieme ma l’Andrea Costa sembra essere rimasta in panchina in questi primi minuti di quarto in cui non riesce a trovare la via del canestro se non dopo ben 3’30’ con la schiacciata di Washington. Il ritmo è notevolmente calato rispetto al primo quarto con Treviglio che, nonostante il canestro di Sorokas, non colpisce più come nei primi minuti e consente a una spenta Imola di rientrare a -4 (30-26) con il gioco da 3 punti di Washington (da sottolineare la gran schiacciata in testa al lungo lituano della Remer). Il colpo dello statunitense suona la sveglia per la squadra di casa che piazza un parziale di 6-0 con i canestri di Marino e Chillo e il 2/2 dalla lunetta di Turel che le valgono il +10 (36-26), reazione biancorossa con i 4 punti da sotto di Washington e Anderson che spingono coach Vertemati a chiamare time out. Ultimi 2’ in cui gli ospiti colpiscono ancora con il tiro in sospensione di Anderson, Treviglio risponde con l’1/2 ai liberi di Sorokas e la tripla di Chillo che ricacciano indietro l’Andrea Costa e permettono ai biancoblu di andare negli spogliatoi avanti 40-32.

Al rientro sul parquet riparte bene la Remer con il tiro in sospensione realizzato da Turel e l’1/2 dalla lunetta di Rossi e una difesa aggressiva sugli avversari che buttano via due palloni con Washington e trovano la strada del canestro solo dopo più di 2’ con due canestri di Maggioli. Treviglio è decisa a non far rientrare l’Andrea Costa e va a segno con il duo Rossi-Marino, Imola però ha ben altre idee e colpisce con Anderson e la schiacciata in contropiede di Washington (47-40 a metà quarto). È ancora capitan Rossi a timbrare il cartellino per i biancoblu con un 2/2 ai liberi ma Imola può contare su un Anderson particolarmente ispirato in questo quarto che infila altri 4 punti (il secondo cadendo all’indietro sulla difesa di Turel) e riavvicina gli ospiti a 5 lunghezze (49-44), costringendo coach Vertemati al time out. Al rientro gran stoppata di Sorokas su Prato, la contesa tra le due formazioni s’innervosisce per qualche contatto sopra le righe con Treviglio a mantenere le distanze con il piazzato di Kyzlink e Imola a trovare solamente un 1/2 dalla lunetta con De Nicolao. L’ultimo minuto viene aperto dal contropiede vincente di Sorokas, gli ospiti rispondono con la penetrazione di Sabatini e vanno all’ultimo e decisivo parziale sotto di 6 lunghezze (53-47).

L’ultimo quarto inizia con l’assist dietro la schiena di Sorokas che serve Chillo sotto canestro per 2 punti facili con il lungo di scuola Fortitudo a replicare anche nell’azione successiva per una Remer spietata in questi primi minuti in cui colpisce anche con Marino che infila la tripla del +13 (60-47) e fa esplodere il PalaFacchetti. Imola si riprende dal cazzotto biancoblu dopo 2’ di gioco e lo fa più che bene con il 2/2 ai liberi di Sabatini e le bombe di Anderson e Prato per il contro parziale di 8-0 degli ospiti (60-55), Treviglio non riesce a rispondere e coach Vertemati preferisce chiamare time out con 5’44’’ sul cronometro per provare a fermare il buon trend dell’Andrea Costa. Il minuto di sospensione giova ai biancoblu che trovano con Marino una tripla da distanza siderale, Imola risponde con 4 punti di Hassan mentre Treviglio, pur sprecando qualcosa di troppo, mantiene il doppio possesso di vantaggio con il canestro da sotto di capitan Rossi. Imola non vuole assolutamente mollare e va a segno con il 2/2 dalla lunetta di Washington e la tripla di Hassan per il -1 ospite (65-64), coach Vertemati si gioca la carta del quintetto piccolo con i trevigliesi che però sparano troppo dalla lunga distanza e subiscono il pareggio biancorosso a quota 65 con l’1/2 ai liberi di De Nicolao quando entriamo nell’ultimo e decisivo minuto: la Remer spreca ancora in attacco e Imola completa la rimonta con la tripla di Anderson (65-68), coach Vertemati chiama time out con 28’’ sul cronometro e al rientro Treviglio va a segno da sotto con Sorokas (67-68, 17’’ da giocare), dall’altra parte capitan Prato fa 1/2 ai liberi (69-69), palla in mano alla BluBasket che dopo la tripla dall’angolo sbagliata da Turel trova 2 punti importantissimi da sotto con capitan Rossi che firma il pareggio concedendo a Imola poco meno di 1’ da giocare, un battito di ciglia che gli ospiti non riescono a sfruttare con il tiro sbagliato da Anderson che sancisce l’overtime (69-69).

I tempi supplementari si aprono con la tripla di Tommaso Marino per una Remer molto aggressiva in difesa ad annullare le prime tre azioni d’attacco dei biancorossi che concedono al play senese dei biancoblu un’altra tripla pesantissima (75-69). L’Andrea Costa reagisce dopo più di 2’ con il piazzato di Washington e il 2/2 dalla lunetta di Anderson (75-73), Treviglio pasticcia sotto canestro ma conquista un rocambolesco rimbalzo difensivo nell’azione difensiva che segue e infila un’altra tripla pesantissima con Matteo Tambone che vale il +5 (78-73) con 1’18’’ da giocare, costringendo coach Ticchi al time out. Al rientro Anderson va a segno da sotto (78-75), ribatte Sorokas con un canestro + libero aggiuntivo (81-75), Imola non molla e risponde con una tripla cadendo all’indietro di Hassan (81-78) ma è ancora un glaciale Sorokas ad allungare per la Remer con il decisivo 2/2 dalla lunetta; Imola tenta la tripla della disperazione con Anderson e Sabatini ma non va a segno e permette a Tambone, nonostante la penetrazione vincente di Sabatini sulla sirena, di mettere la ciliegina sulla vittoria biancoblu con l’1/2 dalla linea dei liberi che vale l’84-80 finale.

MVP che va a Paulius Sorokas che ha offerto una grande prestazione su entrambi i lati del campo e chiude la sua partita con una doppia doppia da 17 punti e 13 rimbalzi, a cui aggiunge anche 3 assist per un più che positivo 29 di valutazione finale. Decisivi anche il capitano Lele Rossi (15 punti e 9 rimbalzi), Marino (16 punti e due triple pesantissime nel supplementare), Tambone (10 punti, 5 rimbalzi e 5 assist) e Turel (11 punti, 4 rimbalzi e 6 assist).

A Imola non basta l’ottima partita di Karvel Anderson (23 punti, 5 rimbalzi), Leonard Washington (17 punti, 5 rimbalzi) e Norman Hassan (13 punti).

Remer Treviglio 84–80 Andrea Costa Imola d.t.s. (parziali: 23-21, 40-32, 53-47, 69-69)

Remer Treviglio: Savoldelli, Ferri n.e., Chillo 9, Kyzlink 4, Sorokas 17, Marino 16, Spatti 2, Tambone 10, Rossi 15, Turel 11. All. Adriano Vertemati

Andrea Costa Imola: Washington 17, Sgorbati, Maggioli 8, Amoni, De Nicolao 4, Prato 7, Preti, Anderson 23, Hassan 13, Sabatini 8. All. Giampiero Ticchi

Statistiche – Treviglio: 22/45 da 2, 10/37 da 3, 32/82 totale, 10/13 ai liberi; Imola: 23/45 da 2, 7/25 da 3, 30/70 totale, 13/21 ai liberi

Arbitri dell’incontro: Sergio Noce di Latina (LT), Marco Pierantozzi di Ascoli Piceno (AP), Giampaolo Marota di San Benedetto del Tronto (AP)

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author