Renzullo Sarno-Basket Casapulla 84-77, i ragazzi di Monteforte si battono ma escono sconfitti

Renzullo NP Sarno – Irtet Bk Casapulla 84-77

RENZULLO SARNO 

Rianna 2, Beatrice 4, Moccia 17, Jones 16, De Meo 2, Iannicelli 9, Scardino ne, Rusciano 11, Diop 10, Chiavazzo 13, Sammartino, Tortorella ne. All. Parrillo

IRTET CASAPULLA

Di Lorenzo 8, Bonsignore 10, D’Orta 2, Olivetti 20, Delle Cave ne, Dunklin 23, Damiano, Tartaglione ne, Nacca 8, Avella 2, Lillo G. ne, D’Aiello 4. All. Monteforte

ARBITRI: Dell’Infante e Pisaniello di Avellino.

PARZIALI: 24-24, 44-38, 65-62.

L’Irtet Casapulla cede alla distanza contro la corazzata NP Sarno, arrendendosi 84-77 al termine di un match intenso e combattuto.

Al PalaFinamore i gialloviola pagano subito dazio contro lo strapotere fisico dei locali: Jamail Jones, Chiavazzo ed un incontenibile Diop (5 punti di fila) lanciano i ragazzi timonati dall’ex Fiamma S. Maria a Vico Parrillo. Il Casapulla resta aggrappato al match grazie al solito Dunklin, che griffa 6 dei primi 10 punti dei suoi, ma poi la Renzullo è brava a guadagnarsi tanti liberi ed a capitalizzarli a cronometro fermo. Jones e soprattutto Chiavazzo fanno il vuoto e così al 6’ l’Irtet è doppiata (20-10). Tra le file del sodalizio di stanza sull’Appia Olivetti è una costante in attacco ed in seguito coach Monteforte mischia un po’ le carte e pescando dal mazzo 10 punti della ‘second unit’ che rimettono in carreggiata i viaggianti, con Nacca, Avella e D’Orta sugli scudi. L’arma vincente dei casertani è però la difesa, che anche stavolta paga buoni dividendi e alla prima pausa è parità a quota 24. I sarnesi però reagiscono e mantengono un paio di possessi di vantaggio, malgrado la scarsa vena di Beatrice. Rusciano è un fattore nel pitturato e assieme al compagno ex S. Michele Maddaloni Chiavazzo ispira il nuovo tentativo di fuga del team dell’Agro. Il pacchetto esterni dei casapullesi si fa valere, anche se sotto le plance sono tante le seconde chance concesse ai rivali. Le torri di casa creano non pochi problemi e l’atletismo di Diop e Jones risulta fatale a D’Aiello e soci, che all’intervallo lungo inseguono 44-38, anche perché Moccia trova 5 punti in serie.

La pausa lunga fa bene all’Irtet, che ritorna sul rettangolo rinfrancata: Di Lorenzo ed Olivetti sganciano subito le bombe del pareggio e l’ala aversana sigla poi il primo sorpasso dalla lunetta (44-45 al 22’); Dunklin si mette in proprio ed infila la bellezza di 9 punti consecutivi, creando non pochi grattacapi ai dirimpettai. Diop e Iannicelli (secondo missile dai 6,75) non mollano, ma riportare la NPS avanti ci pensa un chirurgico Moccia che chiude una striscia di 7 punti con un canestro pesante e qualche rimbalzo offensivo ed un. Ed è proprio questa la chiave della rimonta dei salernitani: Rusciano e Jones tornano protagonisti, mentre Iannicelli manda a bersaglio la terza tripla di serata. Al 30’ la Renzullo torna così a condurre 65-62. Jones riprende a far danni, ma Bonsignore alimenta le speranze di rimonta ospite con tre canestri a cavallo delle frazioni conclusive. Il Casapulla resiste finché può, ma al 33’ – sul 69-66 – una mancata rotazione difensiva consente a Moccia di insaccare una tripla pensatissima. L’Irtet le prova tutte ma Dunklin si eclissa e nonostante la produzione di Olivetti (7 punti nel quarto) e una tripla di Di Lorenzo, cede il passo al duo Jones-Chiavazzo e non ha più energie per risalire la china, arrendendosi alla completezza ed al talento dei rivali, che iscrivono ben nove atleti a referto, di cui cinque in doppia cifra.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Basket Casapulla

Commenta
(Visited 94 times, 1 visits today)

About The Author