Reyer Venezia, De Raffaele: "I ragazzi hanno giocato una gran partita"

Si ferma al Round of 16 il cammino della Reyer Venezia in Basketball Champions League. Chiamati a rimontare il -23 subito in Russia in casa del Nizhny Novgorod, i Lagunari sono andati vicino all’impresa, fermandosi sul +18. Coach De Raffaele, nel post partita, ha reso onore ai suoi: “Ho detto ai ragazzi che hanno giocato una gran partita; per atteggiamento, probabilmente una delle nostre migliori in assoluto. Abbiamo avuto la chance di arrivare fino a 21, 22 punti di margine, forse anche di ribaltare la situazione. Sarebbe stata un’impresa incredibile“.

Abbiamo giocato un gran girone di Champions, migliorando rispetto allo scorso anno” – continua De Raffaele – “Purtroppo la formula del torneo è questa e chiudiamo con 11 vittorie e 5 sconfitte. Abbiamo sbagliato veramente solo una partita, quella di andata a Novgorod purtroppo; ma ci portiamo dentro la grande prestazione di stasera (ieri, ndr). Credo che abbiamo pagato anche un pò di stanchezza per aver giocato in campionato domenica sera, ma questa è solo un’analisi“.

L’arbitraggio? Non ne voglio parlare, altrimenti verrei accusato di essere ridicolo, di non sapere come vanno le cose. Diciamo solo che gli ho detto che spererei di averli ogni volta fuori casa” – prosegue l’head coach di Venezia – “Andando oltre, ho detto ai giocatori di essere orgogliosi della partita di stasera (ieri, ndr), e voglio ringraziare il pubblico, che è venuto numeroso e ci ha sostenuto tanto, trascinandoci e dandoci tutto il sostegno di cui avevamo bisogno“.

Sinceramente ho poco altro da aggiungere” – conclude De Raffaele – “Non so come sarà il prosieguo della stagione, ma spero che questa partita possa essere un buon viatico. In generale credo che, come domenica, abbiamo mostrato una grande anima, un gran spirito di sacrificio da parte di tutti. Dispiace essere usciti, poiché con un atteggiamento diverso nel match d’andata sarebbe potuta andare diversamente. Ma questo è lo sport e faccio l’in bocca al lupo al Novgorod. Per quanto riguarda noi, adesso rimbocchiamoci le maniche e proseguiamo nel nostro percorso“.

Commenta
(Visited 33 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.