E' la Reyer la quarta semifinalista. Trento travolta in Gara-5 per 87-62

Parziali: 16-14; 40-24; 59-37

Umana Reyer: Haynes 23, Stone 4, Bramos 19, Daye 13, De Nicolao 6, Vidmar 7, Biligha ne, Giuri, Mazzola 3, Cerella, Casarin, Watt 12. All. De Raffaele.
Dolomiti Energia: Marble 16, Pascolo, Mian, Forray 7, Flaccadori, Craft 13, Mezzanotte ne, Gomes 14, Hogue 11, Lechthaler, Jovanovic 1. All. Buscaglia.

Per la quinta stagione consecutiva (unica squadra insieme a Milano), l’Umana Reyer approda alla semifinale playoff! Gli orogranata chiudono la tiratissima serie con la Dolomiti Energia sul 3-2 grazie al netto e convincente 87-62 di Gara5 al Taliercio e, da giovedì, affronteranno la Vanoli Cremona.

Torna indisponibile Tonut e gli orogranata tornano al quintetto “classico” con Haynes, Stone, Bramos, Mazzola e Watt. Fin dalle prime battute ci sono molti contatti in campo, con l’Umana Reyer che parte meglio (5-0 in 1’30” firmato da Watt e Mazzola da 3), anche se consuma il bonus dopo soli 2’10”. Trento impatta a quota 5, poi una schiacciata di Watt e la tripla di Stone danno agli orogranata il 10-7 al 6’. Dal 12-9 di Watt al 7’30”, Hogue trova due canestri per il primo vantaggio ospite (12-13 all’8’30”), anche se Daye e De Nicolao riescono a mandare l’Umana Reyer avanti al primo intervallo sul 16-14.

Nel secondo periodo, gli orogranata alzano il livello difensivo, per di più senza spendere falli. Trento, invece, è estremamente fallosa e un antisportivo fischiato a Jovanovic per una gomitata a Cerella agevola il parziale firmato da Vidmar, Bramos e De Nicolao per il 22-14 al 12’30”. Hogue sblocca Trento, ma Vidmar è un fattore a rimbalzo offensivo e il parziale dell’Umana Reyer continua fino al 13-2 con le triple di Daye e Haynes intervallate dal libero di Stone: subito dopo metà quarto è 29-16. Il canestro di Craft non cambia l’inerzia: Bramos, Daye e ancora il greco (da tre e in contropiede) valgono il +20 (38-18) al 18’. Di nuovo Bramos dà il 40-19 al 19’, poi, nell’ultimo minuto, la Dolomiti riesce a limare parzialmente fino al 40-24.

Il break trentino prosegue in avvio di secondo tempo: con Forray e Gomes, la Dolomiti si avvicina sul 40-28 al 22’, ma Bramos (da 3) ed Haynes (un libero e una tripla) controbattono con un parziale di 7-0 per il 47-28 al 24’. L’elastico continua: Gomes e Hogue per Trento e 47-33 a metà periodo, Haynes e Bramos per l’Umana Reyer e 51-33 al 26’30”. In campo c’è un po’ di confusione, ma gli orogranata riescono a mantenere la testa sulla partita e, con Daye (su assist di Watt), De Nicolao e Bramos tornano a +21: 57-36 al 28’30”, con Vidmar che aggiorna il massimo margine (59-36) con la schiacciata al 29’30”. E’ infine Marble a chiudere il periodo sul 59-39.

Gomes infila da 3 in avvio di ultimo quarto, ma ancora una schiacciata di Vidmar (su assist di Daye) e una tripla dello stesso Daye permettono all’Umana Reyer di tornare a +22 (64-42 al 31’). Trento è costretta a consumare i time out già al 32’30”, provando poi a metterla anche in bagarre, ma l’inerzia non cambia: dal 68-49 con la nuova tripla di Gomes al 33’30”, l’Umana Reyer infila un 6-0 firmato Watt-Haynes-Daye ed è 74-49 a metà quarto. Ormai la squadra è in ritmo, in particolare il capitano, che mette altre tre triple chiudendo i conti al 38’ sull’83-54. C’è ancora tempo per vedere in campo il baby Casarin e, in pieno garbage time, la Dolomiti riesce quantomeno a ridurre il parziale fino all’87-62 finale.

Comunicato e cronaca a cura di Ufficio Stampa Reyer.

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.
Per Info