Reyer Venezia, De Raffaele: "La sfida con l'Olimpia non ha bisogno di presentazioni"

Quest’oggi, ore 17, il Forum sarà lo scenario del big match della 22° Giornata di Serie A, tra l’Olimpia Milano capolista e la Reyer Venezia, seconda in classifica a -6 dalla squadra di coach Pianigiani (30 a 36). Una sfida che, a detta di coach De Raffaele, non ha il minimo bisogno di presentazioni.

Questa è una partita che si presenta da sé. Milano è la formazione che sta controllando il campionato e che sta disputando un’ottima EuroLeague, come dimostra l’ultima vittoria con l’Olympiakos. Giustamente stanno facendo di tutto per entrare ai Playoff, cosa che io, personalmente, auguro a loro e a tutto il movimento” – spiega De Raffaele – “Sulla qualità del loro roster, a loro volta, c’è ben poco da dire, non avendo paragoni in Italia. Hanno un giocatore, James, che decide lui quando e come fare le partite. Mai visto negli ultimi anni nel nostro campionato un giocatore così dominante. E il contorno non è da meno“.

Noi dobbiamo andare a Milano con l’idea di provare a fare la miglior partita possibile, provando naturalmente a vincere, come credo sia giusto” – continua l’head coach della Reyer – “Dobbiamo combattere, portandoci dietro le ultime tre buone prestazioni, da Bologna in poi. Giocando contro una squadra di EuroLeague, al di là di chi ci sarà e chi meno, sarà importante giocare una partita molto fisica, dato che ogni match-up sarà molto duro, come abbiamo visto nella sfida di andata. L’obiettivo nostro dovrà essere anche di non farli correre troppo in campo aperto, situazione nella quale sprigionano tutto il loro potenziale. D’altronde, sono una delle squadre offensivamente migliori in EuroLeague, figuriamoci in campionato. Ripeto, dovremo giocare al nostro meglio, non perdendo la voglia di lottare, di combattere, mostrata nelle ultime partite“.

Commenta
(Visited 34 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.
Per Info