Ricky Rubio: "Dobbiamo uscire da questa piccola crisi. Garnett un leader che tutti ascoltano"

Alla sua quinta stagione NBA, Ricky Rubio è diventato ormai uno dei leader dei Minnesota Timberwolves. Il playmaker spagnolo, che gli appassionati di basket potranno gustarsi in diretta nell’appuntamento delle NBA Sundays di questa domenica contro i Phoenix Suns (diretta dalle 21:30 su Sky Sport 2 e su NBA League Pass), commenta così la prima parte di stagione regolare della sua squadra: “La stagione è stata un po’ difficile finora. Abbiamo iniziato molto bene nonostante alcune vicende fuori dal campo (come la scomparsa di Saunders). Ne abbiamo risentito in seguito, perdendo 10 delle ultime 11 partite. In una squadra giovane è dura, ed è per questo che abbiamo dei giocatori più esperti, in modo che ci possano guidare. Abbiamo tutti bisogno di cambiare marcia.”
“Abbiamo avuto speranze di Playoff, – prosegue lo spagnolo – ma più passa il tempo e più si riducono, soprattutto dopo questo brutto periodo di forma. Ora l’obiettivo è di uscire da questa piccola crisi e ricominciare a vincere qualche partita. La fortuna di quest’anno è che il record per accedere ai Playoff a Ovest è più basso, attorno al 50% di vittorie, e non siamo così lontani.”
A proposito di leader nello spogliatoio, il 25enne originario di Barcellona si sofferma su Kevin Garnett: “Sono molto sorpreso, ma in senso buono. E’ una stella, ma una stella che vuole insegnarci e condividere la propria esperienza. Ha un talento naturale, e vuole trasmetterlo ai ragazzi più giovani della squadra. E’ un leader. Pur essendo alla fine della sua carriera, vuole migliorare ogni giorno, insegnare ai giovani, e nel team è il punto di riferimento. Quando lui parla, tutti ascoltano.”
Non può nemmeno mancare un commento su Steph Curry: “E’ un giocatore che si trova in un grande momento di forma, ormai da molto tempo. Ha talento e ha uno stile di gioco che mi piace molto. Difendere su di lui è molto difficile quando è in giornata, perchè non ha solamente un’arma a disposizione: passa bene, penetra bene e ha il controllo di tutta la partita. Sta giocando in una maniera che non ho mai visto prima.”
Su un suo possibile coinvolgimento in una trade, Rubio conclude: “Sto bene, mi sono sempre sentito amato qui e, ad oggi, non ho intenzione di muovermi. Non credo inoltre che ci sia la volontà di cedermi da parte della squadra.”

 

Commenta
(Visited 66 times, 1 visits today)

About The Author