Rimini Crabs, colpo esterno contro Livorno

CFG LIVORNO 51

NTS INFORMATICA RIMINI 69

LIVORNO: Mariani 11 (2/6, 2/5), Perin 19 (5/9, 1/6), Banchi 3 (0/3, 1/7), Ravazzani 7 (3/8), Thiam 2 (1/8), Granchi 3 (0/4, 1/5), Bruno Ceriglio 4 (0/2), Creati 2 (1/1, 0/2), Soriani ne, Bartalucci ne. All.: Quilici

RIMINI: Panzini 4 (0/1, 1/4), Chiera 6 (1/4, 1/1), Perez 12 (6/9), Romano 14 (4/9, 2/7), Crotta 8 (3/7), Tassinari 12 (3/5, 2/4), Foiera 13 (6/9, 0/1), Meluzzi (0/1 da tre), Balic (0/1, 0/2), Chavdarov. All.: Mladenov

ARBITRI: Battisacco di Torino e Berger di Cuneo

PARZIALI: 14-18, 21-36, 37-53

NOTE: tiri da due Livorno 12/41, Rimini 23/45. Tiri da tre Livorno 5/25, Rimini 6/20. Tiri liberi Livorno 12/17, Rimini 5/11. Rimbalzi Livorno 38 (Ravazzani 9), Rimini 50 (Romano 12). Assist Livorno 6 (Perin 4), Rimini 12 (Perez 6).

LIVORNO – È stata una vittoria di carattere quella della NTS, ottenuta su un campo insidioso come quello di Livorno, dopo una partita non facile, molto fisica e poco tecnica: i granchi non si sono lasciati spaventare, hanno mantenuto il vantaggio ottenuto in avvio e hanno ammazzato la partita quando era il momento di farlo. Il finale è 51-69, grazie ad una grande prova di squadra: guidati dalla doppia doppia di Romano (14 punti e 12 rimbalzi), a cui si aggiungono i 12 punti di Perez e il contributo dei veterani Tassinari e Foiera, i biancorossi fanno un bel balzo in avanti in classifica, raggiungendo a quota otto Cento, San Miniato e Piombino, per un quinto posto in condominio dietro all’imbattuta Cecina e alle inseguitrici Forlì, Santarcangelo e Piacenza. Tra una settimana al Flaminio sarà di scena Faenza, per un derby che può lanciare i granchi verso i piani alti della classifica.

La NTS prende il controllo del match sin dalle prime battute, aggredendo la partita come chiesto da coach Mladenov: la difesa biancorossa fa faticare l’attacco casalingo, mentre Rimini mette la testa avanti con i punti di Perez e di Romano e chiude il primo periodo sul 14-18. Livorno riduce lo svantaggio, con l’ex di turno Perin a causare non pochi grattacapi ai Crabs: in campo si sbaglia forse un po’ troppo, sia da una parte che dall’altra, ma quando l’attacco della NTS inizia a girare, Rimini piazza un break di 0-15 firmato Perez, Romano e Crotta. Dall’altra parte, la zona biancorossa mette qualche sassolino negli ingranaggi toscani, con Livorno che però riesce a rimanere in partita e ad andare negli spogliatoi sul 21-36.

Livorno rientra dagli spogliatoi con un’altra faccia e si riporta sul -10 del 25’ grazie alle bombe di Perin e di Mariani, poi la partita diventa una corrida, con tanti contatti e pochi canestri: la NTS riesce però a mantenere la testa avanti con un distacco sempre sopra le dieci lunghezze. Ci pensano i veterani Tassinari e Foiera, che assieme a Perez spingono la squadra di Mladenov sul 37-53 del 30’: i biancorossi capiscono che è ora di chiudere i conti, e con Romano e Chiera scappano sul +24 (39-63); gli ultimi minuti sono di garbage time, con spazio per i giovani Meluzzi, Balic e Chavdarov, che mantengono comunque il distacco fino al 51-69 finale.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author