Rimini Crabs corsaro in amichevole a Faenza

Raggisolaris Faenza – NTS Informatica Rimini 74 – 76 (23-20; 39-39; 59-55)

RAGGISOLARIS: Boero 9, Castellari, Silimbani 13, Samorì ne, Benedetti 8, Casadei 15, Penserini, Pini 9, Zambrini 29, Sangiorgi. All.: Regazzi.

NTS: Chavdarov, Perez 2, Meluzzi 2, Panzini 10, Signorini 3, Tassinari 11, Chiera 2, Balic ne, Foiera 19, Crotta 14, Romano 13. All.: Mladenov.

FAENZA – È stata una bella amichevole, quella disputata nel caldo di Faenza, tra i padroni di casa e la NTS: tirata, combattuta, giocata a viso aperto da entrambe le squadre in campo, che hanno prodotto 40 minuti di buona pallacanestro. Prima della palla a due, spazio alla bellissima presentazione della società faentina, con tutti i ragazzi del settore giovanile e lo staff al completo, senza dimenticare occhio di bue e led alle pareti. Roba tosta, insomma, per la serie B. Orfano di Dal Fiume, che riposa per un piccolo problema, Regazzi lancia Benedetti e Faenza conferma comunque tutto quanto di buono si è visto sin qui: voglia di sbattersi, altruismo, ottime mani dall’arco, con Casadei e Boero particolarmente caldi. Dall’altra parte, si rivede sin dall’inizio – e con particolare sorpresa – capitan Tassinari, che dopo più di 7 giorni di riposo assoluto per una forma acuta di lombalgia dimostra di aver recuperato restando sul parquet per 30’ di quantità e qualità (anche 6 rimbalzi). La partita si gioca sul filo del rasoio, i granchi, che in avvio si appoggiano a Romano e a Chiera, sembrano meno collaudati ma più talentuosi, mentre Faenza gira tipo un orologio, forte della maggior conoscenza tra gli uomini e di un Zambrini semplicemente stellare, che chiuderà con 29 beffandosi di uomo e zone varie che siano. Dopo l’intervallo, i granchi, che si appoggiano più sui lunghi che sugli esterni (Crotta soffre Casadei ma si fa spazio), scappa sul 41-47 ma il controbreak di 11-0 manfredo fa 52-47 e, quando arrivano a +7 (bomba di Silimbani), la Raggisolaris sembrano avere in mano la gara. La NTS però non ci sta, la verve di un Panzini che cresce nel finale, la sostanza di un Foiera da 6/9 dal campo e 8 rimbalzi e i liberi di Tassinari e Romano, sul rettilineo, la fanno pendere da parte riminese. Le buone indicazioni, però, sono per tutti.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author