Rimini Crabs, vittoria casalinga contro Bottegone

NTS INFORMATICA BASKET RIMINI CRABS 91

VALENTINA’S BOTTEGONE 82

RIMINI: Panzini 2 (1/2, 0/1), Chiera 13 (3/5, 2/2), Perez 15 (2/3, 2/2), Romano 14 (2/2, 1/4), Foiera 9 (4/6, 0/2), Tassinari 20 (1/3, 6/9), Crotta 14 (6/9), Balic 1, Meluzzi 2, Chavdarov 1. All.: Mladenov

BOTTEGONE: Bongi (0/1), Giannini 25 (6/11, 2/7), Rossi 5 (2/3), Laudoni 21 (10/13, 0/4), Marconato 12 (0/3, 3/4), Divac 4 (2/2, 0/1), Maspero (0/1, 0/1), Toppo 10 (3/4, 0/1), Cernivani 5 (0/1, 1/2), Amerighi ne. All.: Valerio

ARBITRI: Mantini di Verona e Chiodi di Padova

PARZIALI: 28-10, 51-29, 72-52.

NOTE: tiri da due Rimini 19/30, Bottegone 23/39. Tiri da tre Rimini 11/20, Bottegone 6/20. Tiri liberi Rimini 20/26, Bottegone 18/32. Rimbalzi Rimini 26 (Foiera 5), Bottegone 30 (Giannini 9). Assist Rimini 19 (Panzini 9), Bottegone 9 (Cernivani 3).

RIMINI – Era una partita da non sbagliare, e i granchi non l’hanno fatto: con una buona prova davanti al proprio pubblico la NTS interrompe la striscia di tre sconfitte consecutive vincendo per 91-82 contro la Valentina’s Bottegone. Avversari annichiliti nel primo quarto, chiuso 28-10 per i granchi, che poi non si voltano più indietro, amministrando il gap senza grossi problemi, nonostante un lieve calo nella ripresa. La NTS è adesso attesa da una serie di partite che potrà confermare la legittimità delle ambizioni degli uomini di Mladenov, a partire dalla sfida di domenica prossima a Livorno, per proseguire poi con Faenza e Torino in casa.

Partono subito fortissimo i Crabs, pronti via e Chiera confeziona subito un gioco da tre punti: in difesa Perez limita Laudoni, uno dei più pericolosi nelle file dei toscani, mentre dall’altra parte Rimini macina punti e con il canestro e fallo di Romano è 12-2 dopo 3’. L’attacco dei biancorossi gira bene nonostante la zona ospite, la difesa dei padroni di casa fa faticare Bottegone, con la NTS che ne approfitta e scappa con Panzini a firmare il 20-8 del 8’: dalla panchina si alza poi capitan Tassinari che segna cinque punti in fila, prima di sparare la tripla che chiude il primo periodo sul 28-10.

Bottegone è stordita, Chiera – che terminerà con un plus/minus di +30 – segna la bomba del +22 (34-12): la partita si mette decisamente in discesa per Tassinari e compagni, con il capitano biancorosso che è in serata e mette il bengala che vale il nuovo massimo vantaggio per Rimini sul 37-13. I Crabs continuano ad attaccare, Foiera mette il +26, ma la Valentina’s non ci sta a fare da sparring partner e così reagisce e si riporta sul 43-25 grazie ai punti di Laudoni. Chiera è carico e imbuca un’altra tripla, gli ospiti tentano nuovamente di ricucire, ma capitan Tassinari non è dello stesso avviso e manda tutti negli spogliatoi con la bomba del 51-29.

Dopo la pausa, i biancorossi entrano in campo troppo rilassati e, pensando di avere già la vittoria in tasca, subiscono il parziale degli ospiti, che con Giannini e Laudoni rientrano sul 54-41. Ci pensano Crotta e Romano a ristabilire il gap fra le due formazioni, riportando Rimini sul +20: Tassinari è caldissimo e imbuca dall’arco il 64-43 del 27’, Marconato prova a reagire ma gli risponde Perez da tre e dopo l’ennesima tripla del Tasso il risultato sembra in cassaforte, con la NTS avanti 72-52.

Nell’ultimo periodo Mladenov svuota la panchina, lasciando spazio ai giovani Balic, Meluzzi e Chavdarov, mentre Bottegone tenta di rendere meno amaro il parziale e rientra con Toppo sul 81-69 a poco più di 3’ dalla sirena finale: i granchi non si lasciano però intimorire, giocano senza rischiare troppo e chiudono la pratica senza tanti problemi sul 91-82.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author