Ristopro Fabriano, confermato Luca Garri

La Janus Basket Fabriano è lieta di comunicare la conferma per un’altra stagione di Luca Garri. Il suo palmares non ha bisogno di presentazioni: una medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atene 2004 e un oro ai Giochi del Mediterraneo 2005 sono solo alcune tappe di una carriera con la C maiuscola.

Nato il 3 gennaio 1982 ad Asti, cresce cestisticamente nel settore giovanile di Livorno. Debutta in Serie A2 nella stagione 2000-01 proprio con i toscani, conquistando, appena maggiorenne, la promozione in Serie A e guadagnandosi la permanenza nella massima categoria nazionale.

Dopo una stagione di buon livello a Roma, si trasferisce a Biella, dove giocherà il miglior basket della sua carriera, collenzionando 10.9 punti e 6.1 rimbalzi, finendo la cavalcata ai quarti contro la Climamio. Nuovamente Roma e poi Virtus Bologna, Luca torna poi a Biella per il biennio 2008-09/2009-10 (8.2 punti e 5.7 rimbalzi la prima stagione, 6.6 punti e 4.7 rimbalzi il secondo). Prima di chiudere la carriera in Serie A, il centro piemontese assieme alla Juve Caserta, gioca la prestigiosa Eurocup terminando ai quarti (ad un passo dalle Final Four) il loro cammino.

Nel 2012-13 sposa il progetto della neopromossa Aquila Basket Trento in LegaDue; nella sua prima stagione nel secondo campionato fa registrare 11.5 punti, 6.5 rimbalzi e 1.6 assist di media per allacciata di scarpa. Una stagione a Ferentino (DNA Gold 2013-14) e una a Barcellona (Serie A2 Gold 2014-15) sempre in doppia cifra di media, poi, nell’estate del 2015 la chiamata di Tortona: per tre anni capitano dei bianconeri, il centro riesce a conquistare il trofeo della Coppa Italia guidato proprio dal coach Lorenzo Pansa.
L’intera famiglia Janus è onorata di poter contare su Luca anche per la prossima stagione, augurandogli il meglio e una permanenza piena di soddisfazioni a Fabriano.

Giacomo Marini

Ufficio stampa Janus Basket Fabriano

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.