Roseto Basket: gli squali affondano Legnano

ROSETO-LEGNANO 100-85

Roseto: Allen 36, D’Emilio ne, Borra 3, Ferraro 7, Papa, Marini 2, Mariani ne, Trevisan ne, Bryan 16, Marulli 5, Moreno 19, Weaver 12 All: Trullo

Legnano: Navarini 1, Allodi 5, Guidi ne, Maiocco 13, Frassineti 12, Palermo 9, Martini 6, Sacchettini 2, Pacher 22, Raivio 15 All: Ferrari

Note: Parziali: 19-27, 40-41, 78-67. Roseto: 37/68 dal campo, 28/47 da 2, 9/21 da 3, 17/23 ai liberi, 32 rimbalzi (8 offensivi), 18 assist, 8 palle perse, 7 palle recuperate. Legnano: 30/64 al tiro, 19/40 da 2, 11/24 da 3, 14/20 ai liberi, 37 rimbalzi (11 offensivi), 16 assist, 12 palle perse, 3 palle recuperate. Usciti per 5 falli: nessuno Luogo: PalaMaggetti Turno di A2 Silver: 7° Spettatori: 1800

Torna a vincere la Mec-Energy Roseto, che, dopo un primo quarto difficile, travolge l’Europromotion Legnano col risultato di 100-85 conquistando così il terzo successo stagionale. I ragazzi di coach Trullo affondano gli avversari segnando la bellezza di 81 punti in 3 quarti di gioco, arrivando a toccare quota 100 nello score per la prima volta in stagione. Hanno giocato una grande partita tutti i componenti del gruppo, a partire da capitan Ferraro, protagonista di alcune azioni decisive per l’inerzia della gara. MVP indiscusso del match è Bryon Allen, che mette a referto ben 36 punti, a cui si aggiungono 3 rimbalzi, 2 assist e una serie di giocate spettacolari che hanno fatto esaltare e non poco il pubblico sugli spalti. Da applausi la prova di Sylvere Bryan, che segna 16 punti, subisce 6 falli e ci mette tutto sé stesso per aiutare la squadra. Ottimi segnali anche da Moreno, che chiude con 19 punti (8/11 dal campo con il 75% a 3) e 5 assist serviti in 30 minuti di utilizzo: questo ultimo dato conferma la fiducia che coach Trullo ripone in lui. Nelle fila dei lombardi, doppia-doppia di Pacher (22 punti+15 rimbalzi), ma è da segnalare anche la prova di Raivio (15 punti, 8 rimbalzi, 5 assist) e di capitan Maiocco, con 12 punti a referto e sempre nel vivo del gioco della sua squadra.

Alla palla a due, coach Trullo schiera Marulli playmaker, Allen  e Moreno nello spot di guardia, Weaver e Bryan nel pitturato. Risponde coach Ferrari con Palermo in cabina di regia, Raivio e Frassineti a chiudere il pacchetto esterni, Pacher e Allodi sotto canestro. Legnano parte forte, mentre gli Sharks arrancano in attacco nei primi minuti; gli ospiti, tuttavia, non riescono a scappare. Si scatena l’americano Pacher, che firma, coadiuvato da Frassineti, cinico da oltre l’arco dei 3 punti, un solco tra le due formazioni per il +9 in favore degli ospiti (14-23). Dopo aver toccato anche il -11, gli Sharks riescono a chiudere il primo periodo sotto di sole 8 lunghezze sul 19-27. All’inizio della seconda frazione cambia la musica: i padroni di casa diventano sempre più cattivi in entrambe le fasi di gioco, limitando anche le realizzazioni degli avversari (63% dal campo nel primo quarto per i biancorossi). In appena 3 minuti, il gap è totalmente annullato: dopo diversi canestri di Allen, Borra manda a bersaglio la tripla del 31-31. A questo punto si accende Matteo Palermo, che colpisce due volte da 3 firmando il +6 per gli ospiti, ma Roseto non resta a guardare e Bryan e Allen confezionano un parziale di 6-0 che ridà la parità a quota 37. Negli ultimi minuti della seconda frazione di gioco il punteggio si muove di poco: a metà partita siamo 40-41.

Dopo diverso tempo passato a rincorrere nel punteggio, Moreno e Allen riportano gli Sharks in vantaggio sul 54-49. Nei minuti successivi, l’Europromotion prova a ricucire il gap, ma Roseto è brava a tenere gli avversari a distanza. Pacher torna a martellare dall’arco, ma i padroni di casa sono scatenati: Allen con l’alley-up e Marini in penetrazione muovono il punteggio sul 74-60. Il PalaMaggetti è in visibilio, ma Maiocco lo zittisce con la tripla del 78-67 sulla sirena di fine terzo quarto. Martini, ad inizio ultimo periodo, trova un gioco da 3 punti, ma Weaver risponde subito appoggiando il +10 (80-70). Il punteggio rimane piuttosto bloccato, fino a quando ancora Martini e Ferraro realizzano una tripla ciascuno per l’87-76 a 5 minuti dalla fine della partita. Legnano prova a concretizzare una rimonta: Frassineti mette i liberi del -9, Maiocco la tripla del -6: 87-81 a 3:30 dalla fine. Roseto sembra bloccata, ma Ferraro realizza un canestro “di rapina” subendo anche un fallo: 89-81. Allen manda a bersaglio la bomba del +11, Maiocco risponde da sotto canestro e Frassineti schiaccia in contropiede il 92-85 quando il tabellone luminoso segna 1:50 dalla conclusione del match: l’incontro non è assolutamente chiuso. Frassineti da una grossa mano agli Sharks perdendo palla in attacco; Roseto sfrutta al meglio questa opportunità con la schiacciata di Bryan che sembra chiudere il match sul +9 a un minuto dal suono dell’ultima sirena. Bryon Allen mette il sigillo schiacciando il 100-85 con cui la gara ha la sua conclusione. Il lungo applauso che il PalaMaggetti dedica ai biancoazzurri è un’altra dimostrazione della prova molto convincente dei ragazzi di coach Trullo.

Archiviata questa importante vittoria, la Mec-Energy ora deve ritrovare in poche ore la giusta concentrazione: tra tre giorni, infatti, le Furie Rosse faranno visita a Allen e compagni; l’appuntamento per il derby è domenica 15 novembre alle ore 18 al PalaMaggetti. Vietato mancare!

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author