Roseto Sharks-Aurora Jesi 87-69, gli Sharks dominano la scena

Roseto: Smith 19, Cantarini, D’Emilio, Fultz 6, Radonijc 8, Fattori 7, Mariani ne, Mei 11, Casagrande 4, Amoroso 14, Paci 4, Sherrod 14 All: Di Paolantonio

Jesi: Alessandri 11, Mentonelli ne, Battisti ne, Scali, Maganza 12, Moretti, Janelidze 8, Bowers 4, Vita Sadi ne, Davis 27, Benevelli 6, Picarelli All: Cagnazzo

Note: Parziali: 15-11, 43-29, 69-42. Roseto: 22/38 da 2, 11/31 da 3, 10/16 ai liberi, 43 rimbalzi (10 off), 23 assist, 14 palle perse, 7 palle recuperate. Jesi: 20/46 da 2, 5/26 da 3, 14/18 ai liberi, 43 rimbalzi (16 offensivi), 10 assist, 13 palle perse, 4 palle recuperate. Usciti per 5 falli: nessuno. Luogo: PalaMaggetti Turno di A2: 12° Spettatori: 2500

Gli Sharks vincono dominando contro Jesi tra le mura del PalaMaggetti col punteggio di 87-69. E’ stata una partita controllata per tutti i 40′ da Fultz e compagni, che hanno piazzato il break più importante tra secondo e terzo periodo con un parziale di 54-31. Nell’ultimo quarto, i ragazzi di coach Di Paolantonio hanno allentato la pressione, evitando così di infierire sugli avversari e risparmiando importanti energie in vista delle prossime uscite.

Alla palla a due Fultz, Smith, Casagrande, Amoroso e Sherrod; Bowers, Picarelli, Davis, Benevelli, Maganza. Sblocca Maganza con 4 punti, ma Amoroso apre subito il fuoco da 3 e Smith infila il 5-4. Davis appoggia in contropiede, Sherrod si inventa un bel canestro ma ancora Davis manda a bersaglio la tripla del sorpasso ospite sul 7-9. L’ex Yale trova altri 2 punti di tabella, Amoroso fa 1/2 dalla lunetta e Smith spara la prima bomba personale della serata: 13-9 a meno di 3′ dalla prima sirena. Il parziale si allunga con una super-schiacciata di Sherrod da rimbalzo offensivo, ma Alessandri lo ferma con i liberi del 15-11 con cui si chiudono i primi 10′ di gioco.

Un 1/2 a cronometro fermo di Mei apre il secondo quarto, seguito dal canestro di Sherrod e dalla tripla ancora dell’ex Latina che porta gli Sharks sul +10 (21-11). Fultz fa 1/2 ai liberi e poi centra il bersaglio dalla media, ma Davis trova il fondo della retina per il 24-13. Mei riapre il solco in rovesciata, Fultz lo segue dall’arco ma Davis confeziona il 2+1 del 29-16 a 5:40 dall’intervallo lungo. Paci fa canestro dalla media, Amoroso spara due triple e porta i suoi sul +21 (37-16). Janelidze muove il punteggio dei suoi da sotto, poi infila 2 liberi ma Paci fa ancora canestro prima di 5 punti in fila di Davis per il 39-25 quando ci avviciniamo a metà della partita. Amoroso fa 2/2 dalla lunetta, Benevelli lo imita e poi Bowers dal campo e Smith (2/3 ai liberi) chiudono la prima metà di gara sul 43-29.

Al rientro in campo il primo canestro lo mette Casagrande, al quale risponde Benevelli dalla media. Sherrod segna un’altra schiacciata, Maganza è preciso ai liberi ma Smith infila una tripla e poi schiaccia in contropiede il 52-33 con 7:12 da giocare che sembra tagliare definitivamente le gambe all’Aurora. Bowers prova a sbloccare i suoi , ma Fultz lancia Sherrod in schiacciata e Casagrande manda a bersaglio dalla media il 56-35. Roseto non si ferma e trova un altro canestro con Mei, Smith lo segue in entrata ma Alessandri trova 4 punti in fila per il 60-39. Amoroso torna a muovere il punteggio dei suoi,  Fattori fa 2/2 ai liberi, Picarelli invece 1/2 e siamo 64-40. Fattori manda a bersaglio una tripla, Smith ruba palla e appoggia in contropiede, ma Janelidze trova il canestro del 69-42 con cui si chiude il terzo periodo di gioco.

Benevelli e Davis segnano i primi canestri dell’ultimo quarto per un parziale di 8-0 che muove il punteggio sul 69-50. Janelidze allunga il momento ai liberi, ma Fattori sblocca finalmente i suoi e Radonijc spara la tripla del 74-52 a 5:20 dalla fine della partita. Botta e risposta tra Maganza e Sherrod, poi Radonijc in schiacciata e Alessandri in entrata firmano il 78-56. Davis segna da 3, Janelidze lo segue di tabella, poi Alessandri confeziona il 2+1 del 78-64 con 3′ da giocare. Smith sblocca i suoi dall’arco, Radonijc segna dalla stessa distanza e Smith appoggia l’86-64 a 1:07 dalla fine. Davis realizza un’altra tripla, Smith fa 1/2 ai liberi e Maganza chiude il match sull’87-69. Da sottolineare nel finale l’ingresso dei due giovani Cantarini (classe ’97) e D’Emilio (classe ’98).

Ora si apre un dittico di trasferte molto difficili: la prima è domenica 18 dicembre alle ore 18 al Pala De Andrè di Ravenna.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Roseto Sharks

Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author