Roseto Sharks, contro Treviglio arriva la terza vittoria di fila

TREVIGLIO-ROSETO 69-73

Treviglio: Savoldelli, Kyzlink 18, Sorokas 17, Marino 12, Spatti, Mezzanotte, Tambone 10, Chillo 5, Rossi 2, Turel 5 All: Vertemati

Roseto: Allen 19, Borra 13, Ferraro 16, Papa, Marini 4, Mariani ne, Trevisan ne, Bryan 8, Marulli ne, Moreno 11, Weaver 2 All: Trullo

Arbitri: Belfiore, Raimondo, Capotorto

Note: Parziali: 15-17, 30-33, 43-53. Treviglio: 26/69 dal campo, 18/39 da 2, 8/30 da 3, 9/11 ai liberi, 30 rimbalzi (9 offensivi), 12 assist, 14 palle perse, 8 palle recuperate. Roseto: 29/58 al tiro, 22/37 da 2, 7/21 da 3, 8/15 ai liberi, 43 rimbalzi (9 offensivi), 16 assist, 25 palle perse, 8 palle recuperate. Usciti per 5 falli: nessuno Luogo: PalaFacchetti Turno di A2 Silver: 9° Spettatori: 2000

Senza Marulli e Izzo, e Weaver non al 100%, la Mec-Energy Roseto ottiene la terza vittoria consecutiva, quinta in questa stagione, espugnando il parquet del PalaFacchetti di Treviglio, che era reduce dal successo di Verona. E’ stata una partita molto combattuta, giocata per la quasi totalità dei minuti punto a punto; il fattore che ha deciso la partita è stato senza dubbio aver limitato il contributo offensivo di Rossi (2 punti e appena 1 rimbalzo offensivo a fronte di 8 difensivi), e di Marino (solamente 12 punti con 4/18 al tiro). Gli Sharks hanno trovato ancora una volta in Bryon Allen il maggior contributo offensivo con ben 19 realizzazioni, ben coadiuvato da Borra (13 punti) e Moreno (11 punti), ma è stato ancora più importante il contributo di Ferraro: 16 punti realizzati, con il 60% da 3, 7 carambole arpionate, 5 assist distribuiti. Nelle fila di Treviglio, il miglior realizzatore è stato Kyzlink con 18 punti, ma il migliore in campo è stato il lituano Sorokas che realizza 17 punti (7/8 dal campo), cattura 7 rimbalzi e subisce 4 falli.

Alla palla a due, coach Vertemati schiera Marino in cabina di regia, Turel e Kyzlink esterni, Sorokas e Rossi sotto canestro; coach Trullo schiera invece Moreno playmaker, Allen nello spot di guardia, Weaver e Ferraro ali, Bryan pivot. Il match comincia con il freno a mano tirato, diversi errori e falli, per poi sciogliersi nella seconda parte del primo quarto. Allen ricomincia da dove aveva lasciato, infilando 7 dei primi 10 punti degli Sharks. Moreno manda a bersaglio una tripla e Bryan schiaccia, confezionando così il primo mini-allungo in favore dei ragazzi di coach Trullo: 11-15 a 1:47 dalla prima sirena. Marino accorcia dalla lunetta, ma Roseto tiene duro e chiude il primo quarto avanti, sul 15-17. All’inizio del secondo quarto, Borra fa il suo ingresso in campo e sale subito in cattedra: grazie ai suoi canestri, la Mec-Energy raggiunge il massimo vantaggio sul +5 (17-22). Tuttavia, i padroni di casa rispondono con un parziale di 6-0 che si chiude con la tripla di Kyzlink che porta avanti i lombardi nel punteggio; gli ospiti, però, non ci stanno: Marini serve Borra che realizza immediatamente il controsorpasso sul 23-24, quando mancano 4:30 all’intervallo. Si continua punto a punto fino a metà gara, quando il parziale recita 30-33.

L’inizio di terzo periodo è a razzo: Kyzlink e Sorokas da un lato, Moreno e Weaver dall’altro muovono il punteggio sul 36-38 in appena 2 minuti. A questo punto, Roseto aumenta il rendimento nelle due fasi di gioco, e ciò permette un allungo consistente: Allen e Ferraro, infatti, confezionano il +7 (38-45). Treviglio, dalla sua, non demorde, e trova con Kyzlink il gioco da 3 punti con cui tornano con la testa nel match. Roseto torna subito a martellare, portandosi sul 41-49 a 1:50 dalla terza sirena. Gli Sharks volano poi a +10, sul 43-53 con cui si chiude la terza frazione di gioco. La Remer torna a contatto in apertura di ultimo periodo, con un parziale che muove il punteggio sul 51-55. Roseto torna subito a +6 con un alley-oop tra Marini e Allen, con lo statunitense in realizzazione, ma Treviglio impatta a quota 57 con i canestri da 3 di Kyzlink e Marino. Gli ultimi minuti non sono sicuramente adatti per i deboli di cuore: Marini e Ferraro confezionano il +5, Marino risponde da 2: 59-62 a 3 minuti dalla conclusione del match. Si procede punto a punto, con gli ospiti a condurre e i padroni di casa attaccati con le unghie all’incontro. La liberazione per Allen e compagni sembra arrivare quando Ferraro, a soli 24 secondi dalla fine, manda a bersaglio la tripla del 66-71 che sembra mettere il punto esclamativo sulla vittoria degli Squali. La partita, tuttavia, non è finita, perché Sorokas mette la tripla del -2, lasciando col fiato sospeso i tifosi delle due squadre; Kyzlink commette fallo su Moreno: il cubano è cinico, e il suo 2/2 dalla linea della carità certifica il successo dei ragazzi di coach Trullo: finisce 69-73.

Ottenuta questa terza vittoria consecutiva, i ragazzi di coach Trullo devono essere bravi a tenere la testa sulle spalle in vista del prossimo incontro, quello al PalaMaggetti in programma domenica 29 novembre alle ore 18 contro Ferrara. Non mancate!

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author