Roseto Sharks sconfitta al PalaMaggetti da Mantova

ROSETO-MANTOVA 81-84

Roseto: Allen 23, D’Emilio ne, Borra, Ferraro 7, Papa, Marini 23, Mariani ne, Trevisan ne, Bryan 10, Marulli 2, Moreno 3, Weaver 13 All: Trullo

Mantova: Ndoja 14, Alviti, Fumagalli ne, Moraschini 14, Di Bella 7, Simms 10, Hurtt 16, Gandini 3, Amici 17, Gergati 3 All: Martelossi

Arbitri: Belfiore, Ascione, Stoppa

Note: Parziali: 18-21, 37-40, 52-66. Roseto: 28/63 dal campo, 21/38 da 2, 7/25 da 3, 18/28 ai liberi, 39 rimbalzi (14 offensivi), 14 assist, 17 palle perse, 5 palle recuperate. Mantova: 30/65 al tiro, 21/40 da 2, 9/25 da 3, 15/22 ai liberi, 33 rimbalzi (9 offensivi), 11 assist, 14 palle perse, 7 palle recuperate. Usciti per 5 falli: Ferraro, Gandini e Amici Luogo: PalaMaggetti Turno di A2 Silver: 19° Spettatori: 3000

La Mec-Energy Roseto esce sconfitta dal match interno con Mantova col risultato di 81-84. Dunque, dopo quasi 3 mesi, in cui abbiamo visto gli Sharks vincere per ben sei volte consecutive tra le mura amiche, il PalaMaggetti viene espugnato, al termine di una partita incredibile. Già, perché dopo 20 minuti di equilibrio, gli Stings sono scappati nel terzo periodo, sfruttando al meglio un passaggio a vuoto degli Sharks, portandosi fino avanti fino alle 15 lunghezze. Negli ultimi 8 minuti, tuttavia, i ragazzi di coach Trullo hanno infilato un parziale di 22-11 che non è bastato per portare a casa i due punti; nelle ultime azioni, la fortuna non è stata di certo dalla parte degli Sharks, i quali hanno sbagliato diversi canestri facili che avrebbero garantito il successo. Artefici della rimonta degli Sharks sono stati sicuramente Allen e Marini, capaci di chiudere entrambi con 23 punti, a cui si aggiungono 4 rimbalzi e 4 falli subiti per il primo e 6 rimbalzi e 5 falli subiti per il secondo (100% da 3 e 27 di valutazione per “Obama”). In doppia cifra anche Weaver con 13, affiancati da 9 rimbalzi e 5 assist per un 29 di valutazione, e Bryan con 10 e 5 rimbalzi. Per gli ospiti, prova maiuscola per Amici (17 punti col 57% da 3 e 5 rimbalzi) e Di Bella (7 punti, 5 rimbalzi e 4 assist) e Moraschini (14 punti con il 71% da 2, 4 rimbalzi e 6 falli subiti per un 17 di valutazione).

Alla palla a due, coach Trullo lancia Marulli playmaker, Allen guardia, Weaver e Ferraro ali; rispondono gli ospiti con Di Bella, Hurtt, Amici, Ndoja e Simms. Di Bella la sblocca dalla media dopo 1:30, rispondono Weaver e Bryan per il primo vantaggio biancoazzurro: 4-2 dopo 2:15 di partita. Allen ruba la palla e appoggia in coast-to-coast il +4, Simms schiaccia e Bryan appoggia subito dopo in contropiede: 8-4 a 6:20 dalla prima sirena. Ndoja e Hurtt da 3 regalano il sorpasso agli ospiti: 8-10 a metà primo quarto. Dopo diverse azioni senza canestri, Moraschini e Ndoja firmano una mini fuga ospite per il 12-18. Segue Gandini con il 2+1 del +9; Roseto risponde con Bryan e Weaver per il -6 (15-21). All’ultima azione, Allen attacca Simms che commette il suo secondo fallo: la guardia biancoazzurra realizza anche il libero aggiuntivo e il primo quarto si chiude così sul 18-21. Amici apre la seconda frazione con un canestro da 3, Bryan segna da sotto, e poco dopo Marini e Allen confezionano la parità a quota 26. Di Bella e Simms firmano il +5 Stings, ma Moreno risponde da 3 per il 29-31. Hurtt fa 3/3 a cronometro fermo, Marini centra il bersaglio dall’arco: 32-34 a 3:45 dall’intervallo lungo. Come si vede, Mantova prova a scappare, ma la Mec-Energy risponde colpo su colpo: a metà partita siamo sul 37-40.

Alla ripresa dei giochi Hurtt e Di Bella partono forte per il +8 ospite, poi Ferraro ruba palla a Ndoja e si invola in contropiede per il -6, a cui risponde Amici: 39-47 a 7:30 dalla terza sirena. Mantova allunga fino al +11 con Simms e Amici, poi Weaver sblocca i suoi col 2+1 del 44-52. Ferraro e Weaver riportano i biancoazzurri a -7, poi Amici e Simms li rispediscono a -12 (47-59). Moraschini dalla lunetta porta i suoi a +15, poi Marini dalla lunetta rimette 13 lunghezze di distanza (52-65). Il terzo quarto finisce 52-66. Allen comincia gli ultimi 10 minuti con una tripla, poi Amici appoggia il nuovo +13, poi marini spara la bomba del 58-68 a 8 minuti dalla fine. Gli ultimi minuti non sono adatti ai deboli di cuore. Amici e Ndoja, però, allungano di nuovo per il +15 ospite (58-73) a 7:05 dalla fine. Ferraro e Allen firmano rapidamente il -11, ridando speranza ai 3000 del PalaMaggetti. Allen mette la tripla del -8, poi Marini e Allen in penetrazione mettono il -4 (69-73) a 4:46 dalla fine. Ferraro appoggia il -2, Hurtt mette una tripla ma Allen risponde con la stessa carta: 74-76. Amici fa 0/2 dalla lunetta, Weaver 1/2: 75-76 a 2:52 dalla fine. Roseto sbaglia clamorosamente tre volte da sotto, Moraschini si invola in contropiede e schiaccia, ma Weaver risponde: 79-80 a 1:30 dalla fine. Mantova segna ancora, Marini appoggia il -1: 81-82 a 40 secondi dalla fine. Allen e Weaver sbagliano la preghiera finale, poi Marini commette fallo su Moraschini, che la chiude dalla lunetta: finisce 81-84.

Dopo questa partita dal finale incredibile, gli Sharks domenica prossima (7 febbraio) si recheranno a Imola per un altra partita molto importante: palla a due alle ore 18.

 

 

Edoardo Testa

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author