Rovellotti Ghemme vince il Campionato e passa in C Gold

Lo straordinario bilancio del sodalizio ghemmese parla di 63 partite giocate, 58 vittorie e sole 5 sconfitte, un ruolino di marcia incredibile che fa volare la Rovellotti a pieno diritto nella quarta serie nazionale, la C Gold, un tempo chiamata C1, categoria già frequentata dal 2003 al 2006. Il trionfo finale è arrivato lunedì 21 a Savigliano, al termine di una partita non bella, anzi forse addirittura brutta, come si addice solitamente alle finali play off, dove la tensione è sempre altissima, con Ghemme che è stata capace di soffrire e di tamponare con un’attenta difesa i tanti passaggi a vuoto del suo proverbiale attacco. E se la vittoria è arrivata con un lavoro di squadra incredibile, non si può non segnalare la mostruosa prova di Walter Santarossa, capace di prendere in mano le redini della propria squadra nei momenti di maggiore difficoltà. L’avvio è tutto di marca ospite, proprio con Santarossa che la fa da padrone sui due lati del campo. Zanoli è incisivo e con Scaglia in regia a favore di Sacco, Ghemme vola sul 10 a 2. Con il riposo concesso a Santarossa da Milanesi, Savigliano prende il sopravvento sotto i tabelloni e i rimbalzi d’attacco rianimano i padroni di casa capaci, con Giacone , prima di riavvicinarsi e poi di mettere la freccia. Al termine del primo quarto Savigliano è avanti, sospinta da un pubblico non troppo corretto e soprattutto dal suo pacchetto lunghi decisamente in palla. Sacco sbaglia qualcosa di troppo e la gara continua a scorrere sui binari della parità. Una tripla di Grezda sembra aprire una forbice pericolosa, visto il basso punteggio con cui “viaggia” la partita, ma dalla lunetta, seppur con qualche imprecisione di troppo, Ghemme riesce ancora a ricucire. Si va verso gli ultimi dieci minuti con il cuore in gola. I tanti tifosi arrivati da Ghemme (a cui la società rivolge un caloroso plauso) spingono i propri giocatori a tirare fuori tutto quello che hanno. Savigliano sbaglia troppo, Ghemme riesce a trovare l’abbrivio giusto, uno “scambio” di triple tra Sacco, Grezda e Murta, ritorna a dare il vantaggio a Ghemme. Ghemme alza l’intensità difensiva lanciando in contropiede Leone; Airaghi trova un paio di rimbalzi importanti subendo altrettanti falli che lo portano in lunetta, permettendo ai “vinaccia” di allungare quel tanto che basta da mandare completamente in affanno i biancorossi di casa. Murta la mette ancora dall’arco, gli risponde Grezda con un canestro di pari moneta. Ma è “il canto del cigno”. Airaghi va ancora in lunetta e con un 2 su 2 chiude tutti i giochi con il risultato finale fissato da un altro contropiede di Leone.

Ghemme trionfa, la C Gold è conquistata con un altro campionato che sa tanto di capolavoro. Dunque, la soddisfazione in casa Npg è tanta: esultano il presidente Fabio Lucca, l’intera dirigenza e coach Pieralberto Milanesi, che ha traghettato la squadra fino alla C Gold. Il grande pubblico gialloverde si è goduto il trionfo ed, in attesa dei festeggiamenti ufficiali, “a caldo” ha brindato con la squadra fino a notte fonda.

GARA TRE FINALE PLAY OFF
EUROTEC SAVIGLIANO – ROVELLOTTI GHEMME 49-58 (13-12, 28-26,37-36)
EUROTEC SAVIGLIANO: GREZDA 12 QUERCIO 5 MARCELLO 9 SALES, MONDINO 3, GIACONE 6 BACCI, GIORSINO 10 ICARDI 4 TESTA A. ne ABRATE ne MIRETTI ne ALL. TESTA E.
ROVELLOTTI GHEMME: SCAGLIA 6 MURTA 8 ZANOLI 8 SANTAROSSA 20 FACCHIN, SACCO 8 CANOVA, LEONE 2 BAINOTTI, AIRAGHI 8 ALL: MILANESI
ARBITRI: LANFRANCHI e PULINA di Torino
Spettatori 400 circa

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.