S. Lucia e Briantea fanno la voce grossa

SANTA LUCIA E BRIANTEA FANNO LA VOCE GROSSA

Nella seconda giornata di Serie A larghi successi di romani e canturini; anche Bergamo e Porto Torres a punteggio pieno. 

Dopo la seconda giornata della Serie A di basket in carrozzina giocata nel pomeriggio di sabato 1 novembre, si fa più netta la sensazione che anche in questa stagione possa riproporsi il duello che ha caratterizzato gli ultimi 3 anni tra Santa Lucia Roma e Briantea 84 Cantù. Entrambe hanno infatti dominato le rispettive partite, chiudendo con ampi scarti e andando subito in testa ai propri gironi. 

Il Santa Lucia Roma, nonostante le assenze di Giulio Maria Papi, di Stefano Rossetti, di Mohamed Sanna e di Giulia Saba, e con un Matteo Cavagnini a mezzo servizio per un problema alla spalla, hanno dominato sul campo di un Battipaglia evidentemente in difficoltà per il doppio salto di categoria. Il 75 a 17 finale è eloquente: da sottolineare le belle prestazioni dei due giovani Davide Obino (13 punti) e Dario Di Francesco (10 punti), gli 11 punti di Marco Stupenengo e i primi due canestri nella stagione della giovanissima Beatrice Ion (17 anni ancora da compiere). 

La UnipolSai Briantea 84 Cantù non fatica molto di più nel proprio esordio casalingo contro il Padova Millennium Basket: le prestazioni super dell’americano Brian Bell (27 punti) e del britannico Choudhry (doppia doppia da 20 punti e 10 rimbalzi) insieme alla solida partita del catalano Jordi Ruiz (18 punti) consegnano ai campioni d’Italia una comoda vittoria per 81 a 42.

Ma a far compagnia alle due favorite per lo scudetto in testa alla classifica ci sono anche la sorprendente SBS Bergamo nel girone A e il Porto Torres nel girone B. I bergamaschi infilano la seconda vittoria consecutiva andando a vincere su uno dei campi più insidiosi della passata massima serie, quello della Polisportiva Nordest di Castelvecchio: grazie ad uno spettacolare terzo quarto da 25 punti, Bergamo si impone 56 a 42, rendendo vani i 17 punti dell’azzurro Fabio Bernardis. Porto Torres invece supera in casa il S. Stefano Banca Marche, privo di Andrea Giaretti, miglior marcatore del turno inaugurale ma fermato da una frattura ad un dito; i sardi vincono 58 a 42 con la solita doppia doppia del centro inglese Simon Munn (18 punti e 11 rimbalzi) e si confermano tra le pretendenti più accreditate per la lotta ai playoff, nonostante la partenza del capitano e top scorer della passata stagione Fabio Raimondi (approdato a Sassari, in Serie B). 

Prime vittorie infine per HS Varese, che si scrolla di dosso la sconfitta del primo turno andando a vincere 74 a 60 sul campo di Treviso grazie ad una bella prova corale (quattro giocatori in doppia cifra, tra cui l’azzurro Jacopo Geninazzi) e dell’Amicacci Giulianova, che supera di misura in casa 60 a 58 un BIC Genova che, nonostante le due sconfitte in fila, dimostra di poter competere alla pari per un posto nella post-season.

La Serie A osserverà nel prossimo fine settimana un turno di riposo: si torna in campo il 15 novembre con la terza giornata e con le prime partite di Serie B.

 

RISULTATI E CASSIFICHE

Girone A

Pol. Nordest Castelvecchio – SBS Montello 42 a 56;
PDM Treviso – Cimberio HS Varese 60 a 74;
UnipolSai Briantea 84 Cantù – Padova Millennium Basket 81 a 42.

Classifica: UnipolSai Briantea 84 Cantù e SBS Montello 4 punti, Cimberio HS Varese e Pol. Nordest 2 punti, Padova Millennium Basket e PDM Treviso 0 punti.

 

Girone B

Crazy Ghosts INAIL Battipaglia – Santa Lucia Roma 17 a 75;
Amicacci Giulianova – INAIL BIC Genova 60 a 58;
Porto Torres Banco di Sardegna – S. Stefano Banca Marche 58 a 46.

Classifica: Santa Lucia Roma e Porto Torres Banco di Sardegna 4 punti, Amicacci Giulianova e S. Stefano Banca Marche 2 punti, Crazy Ghosts Battipaglia e BIC Genova 0 punti.

Ufficio Comunicazione FIPIC

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author