Sabato 8 al PalaNat, inizia l'A2 con Geas-Carugate

Esordio stagionale con il botto per il Geas, che dopo la parentesi in A1 riparte con un match subito pieno di motivi di interesse. Al PalaNat di Sesto, dove gli spettatori potranno partecipare a una lotteria con premi offerti dagli sponsor, va infatti in scena già alla prima giornata uno dei due derby milanesi della stagione (l’altro sarà alla quarta contro il Sanga), quello con la Castel Carugate, squadra al suo terzo anno consecutivo nella categoria. Curiosità: è lo stesso esordio stagionale di due stagioni fa per le ragazze capitanate da Giulia Arturi (14° campionato di fila con la prima squadra Geas), sperando che porti altrettanto bene, visto che quello fu l’inizio di un’annata trionfale. LE AVVERSARIE – I nomi di spicco sono sicuramente quello di Susanna Stabile (esperta playmaker classe ’80, con numerose stagioni in A1 alle spalle) e quello di Emily Rose Correal, giocatrice americana di passaporto italiano, vista l’anno scorso in maglia Geas (10.2 punti e 7.2 rimbalzi nella seconda metà della stagione) e in precedenza in A1 con le maglie di San Martino di Lupari e Cus Cagliari, oltre che campionessa di Svezia nel 2015 con il suo Luleå dopo aver sconfitto in finale un’altra ex geassina come Ilaria Zanoni. La lista delle “ex” (di cui fanno parte, sull’altro fronte, Schieppati ed Elisa Bonomi) si allunga con due prodotti del settore giovanile rossonero come Arianna Beretta e Carlotta Picco (oltre a Colli e Diotti che hanno a loro volta dei trascorsi nel vivaio sestese), mentre la guardia Linda Manzini, nuovo acquisto, contribuisce a portare pericolosità ed esperienza sul perimetro in una squadra sicuramente giovane, dove soltanto tre giocatrici sono nate prima del 1995. COACH ZANOTTI – “La prima partita di campionato è sempre una partita un po’ nervosa, a maggior ragione poi se si tratta di un derby come in questo caso” esordisce coach Cinzia Zanotti presentando il match contro le biancoblu, “ovviamente dovremo prestare le nostre attenzioni maggiori su Correal, giocatrice forte e che conosciamo bene, ma non dobbiamo neanche sotto- valutare il loro buon reparto esterne”. Le due squadre si sono già affrontate in pre-stagione nel corso della Coppa Lombardia (è finita 60-42 per il Geas con 17 punti di Galbiati), ma questo non condiziona più di tanto Zanotti: “Spero che le ragazze non pensino che sarà una partita come quella, dove abbiamo vinto di quasi 20 punti ma dove Carugate non aveva messo in campo una delle sue migliori prestazioni. Sappiamo che oggi sarà diverso e saranno sicuramente più agguerrite: per noi è una partita importante da vincere e, se davvero vogliamo puntare ai playoff, in casa nostra non possiamo concedere punti a nessuno”. Ufficio Stampa Geas

Commenta
(Visited 20 times, 1 visits today)

About The Author