Meo Sacchetti sulla situazione dei palazzetti italiani: "Inaccettabile giocare con un caldo così"

Con l’avvicinarsi dell’estate, c’è un problema che attanaglia gran parte dei palazzetti italiani, ovvero il grande caldo. Emblematico quanto successo ad esempio nella serie di Semifinale tra Vanoli Cremona e Reyer Venezia, in particolare con le partite giocate al Taliercio finite sotto la lente d’ingrandimento.

Peccato aver giocato una serie in un caldo non accettabile” – ha commentato coach Sacchetti – “Ognuno deve fare il suo mestiere. Certe condizioni non sono ideali, e non lo sono né per noi né per il pubblico. Chi governa le città dovrebbe pensare di sistemare i palazzetti, magari di adattarli con aria condizionata“.

Tutti lo sanno, ma nessuno si muove per cambiare la situazione” – aggiunge – “Immaginate di giocare a Venezia tra 15 giorni al Taliercio con ancora più caldo? I giocatori sono arrivati alla fine stremati già in semifinale. Lo ha capito anche il pubblico che, sugli spalti, al termine delle ultime gare era stravolto. Pensate i ragazzi in campo dopo una serie così lunga“.

Commenta
(Visited 256 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.
Per Info