Salerno, bisogna risalire. De Mitri: "Lavoriamo in palestra! Io credo in questa squadra!"

Cinque partite, una sola vittoria. Non ci si poteva nascondere dietro ad un dito per il sodalizio di patron Somma; la stagione 2015/2016 di serie A2 per la Carpedil Salerno sarebbe stata difficile visto il roster più giovane di tutto il lotto delle pretendenti alla permanenza di categoria, e per l’amalgama di squadra del tutto da costruire dopo la ‘fusione’ con alcune giocatrici  in doppio tesseramento di provenienza Convergence Battipaglia.

L’imbarcata di Empoli ( 81-43)  deve fare riflettere le ragazze di coach Braida che ospiteranno sabato 14 novembre alle ore 18 la Maddalena Vision Palermo di Ermito, Ferretti e Riccardi, reduce dalla sonora sconfitta in casa contro la schiacciasassi Bonfiglioli Ferrara.

Le potenzialità per fare bene ci sono tutte, occorre bel gioco e tanta grinta al PalaSilvestri di Salerno.

A proferir parola, la giovanissima, classe ’98, Alessia De Mitri, al secodo anno in maglia granata.

Sconfitta ad empoli; in gara per un tempo, poi cosa è successo?
‘La sconfitta ad Empoli è stata molto amara,nel primo quarto eravamo presenti,avevamo un alto livello di concentrazione. Con lo scorrere dei minuti la nostra attenzione è andata a scemare,troppa poca lucidità che ci ha portato a perdere palloni abbastanza importanti nel corso del match,durante l’intervallo lungo ci è stata richiesta una reazione,ma non siamo state capaci di soddisfare le richieste del coach questo dovuto anche alla poca esperienza. Ma mi piace pensare che questo sia un punto di partenza e non un punto di arrivo!’

La formazine più giovane del torneo, la salvezza è alla portata?
‘Si,come sanno tutti siamo la squadra più giovane del campionato,ma questo non deve essere una giustificazione. Ognuna di noi ha delle potenzialità e lavorandoci in palestra tutto questo viene fuori. La grinta non ci manca assolutamente,l’amore che proviamo tutte per questo sport è immenso,dobbiamo solo capire come sfruttare al meglio i nostri vantaggi. Lavorando duro e senza sosta sono sicura che riusciremo a raggiungere l’obbiettivo che ci siamo poste a inizio anno ovvero la salvezza. Io credo in questa squadra’

Seconda stagione a salerno per te, cosa vuol dire?

 ‘Sono rimasta davvero colpita dall’anno scorso, è stata una stagione fantastica e sono rimasta volentieri al Salerno basket 92, una società che punta a far crescere le ragazze. Il progetto presentato all’inizio dell’anno mi ha entusiasmata tanto da non poter dire di no al presidente. Inoltre adoro Salerno come città,è molto accogliente..ho conosciuto nuovi amici ai quali mi sono legata molto e lasciarli mi dispiaceva un po’! Sono davvero contenta di essere rimasta qui,spero si concluda al meglio questo anno sportivo con l’obiettivo di salvarci e, personalmente, di continuare a migliorare’.
Chiara Crispino
Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author