Salerno soffre ma supera Cagliari: al "PalaSilvestri" finisce 70-61

Al PalaSilvestri di Salerno va in scena la terz’ultima gara del campionato di Serie B Girone D ed a far visita ai padroni di casa della Virtus Arechi c’è la Fotodinamico Cagliari di coach Alessio Fioravanti a caccia di punti importanti per ottenere un miglior posizionamento nella griglia playout.

I padroni di casa, dal canto loro, sono reduci da quattro successi consecutivi e vogliono restare in scia delle corazzate del campionato in vista dei due scontri diretti in programma nel finale di regular season.

Coach Menduto si affida al quintetto composto da Sorrentino, Di Prampero, Datuowei, Sanna e Paci mentre Cagliari risponde con i soliti Marzaioli, Graviano, Trionfo, Samoggia e Vanuzzo.

L’approccio alla gara dei “blaugrana” è abbastanza soft, condito da diverse palle perse ed un attacco sterile che non produce realizzazioni per ben tre minuti.

I primi punti della gara sono degli ospiti e portano la firma di Samoggia, abile a sfruttare il gioco interno.

Salerno continua a litigare col ferro sino al pareggio di Datuowei che è un po’ come un goal.

Cagliari dimostra, tuttavia, di poter e voler competere grazie al ricorso alla difesa a zona e alla grande esperienza di capitan Vanuzzo.

I padroni di casa, quando mancano due minuti e mezzo al termine del primo quarto, finalmente trovano una certa  continuità offensiva: come nella gara d’andata a punire gli avversari ci pensa Di Prampero con due “bombe” dalla lunga distanza.

Il primo quarto si chiude sul 15-8 in favore di Salerno.

I secondi dieci minuti di gioco si aprono con Cagliari intenzionata a non uscire anzitempo dalla contesa: Samoggia realizza cinque punti in rapida successione poco prima della tripla dall’angolo di Pilo che accorcia ulteriormente le distanze tra le due compagini (22-18 al quindicesimo).

Salerno sembra accusare il colpo al punto da allargare le maglie difensive e concedere quattro punti comodissimi a Vanuzzo che impatta sul 22-22.

I ritmi aumentano notevolmente (il che dovrebbe giovare ai padroni di casa) ma l’equilibrio resta sovrano; Datuowei in penetrazione realizza due punti preziosissimi a fil di sirena che potrebbero spostare l’inerzia del match.

Ma ciò non avviene, al contrario, Vanuzzo prima e Marzaioli poco dopo fanno segnare cinque punti in rapida successione che, dopo il centro di Paci, mandano gli ospiti all’intervallo lungo sotto di appena una lunghezza (30-29).

Alla ripresa delle ostilità è Gennaro Sorrentino a far registrare i primi punti, grazie ad una tripla che riporta la Virtus avanti di due possessi.

I “blaugrana” colpiscono qualche istante dopo anche con Paci sotto le plance dando segnali importanti dal punto di vista psicologico.

Il parziale si fa importante, Sanna concretizza un gioco da tre punti (canestro e libero supplementare), coach Fioravanti viene sanzionato con un tecnico e i padroni di casa danno l’impressione di poter scappare una volta per tutte.

L’emorragia non si arresta, Sorrentino buca la retina dall’angolo, il parziale di 13-0 è decisamente troppo per il capo-allenatore sardo che è costretto al timeout (43-29 al ventitreesimo).

La strigliata fa bene ai sardi, Samoggia concretizza con due punti e tiro libero supplementare arrestando il terribile break di inizio ripresa.

Lo scarto resta attorno alla doppia cifra, Marzaioli si mette letteralmente sulle spalle l’attacco ospite ma non basta perché Salerno sembra averne di più anche dal punto di vista prettamente fisico al punto da chiudere avanti la terza frazione di ben 11 lunghezze (55-44).

L’ultima frazione vede i sardi trovare la via del canestro con Trionfo, bravo a sfruttare al meglio una disattenzione difensiva dei virtussini.

Salerno, però, rimette immediatamente le cose in chiaro con i vari Dautowei e Sorrentino, bravi a riportare i “blaugrana” avanti di quattordici lunghezze (64-50 a sei minuti dal termine).

I giochi sono fatti, Cagliari non ci crede più, Salerno può respirare e assicurarsi due punti importanti in vista delle due ultime e complesse sfide con Barcellona e Palestrina.

Al PalaSilvestri finisce 70-61 ; la Virtus Arechi vince col minimo sforzo ma servirà ben altro per aver ragione di avversarie ben più temibili della pur coriacea Cagliari.

 

 

 

 

VIRTUS ARECHI SALERNO – FOTODINAMICO CAGLIARI  70-61 (15-8 ; 15-21 ; 25-15 ; 15-17)

Virtus Arechi Salerno: Sanna 14 , Di Prampero 7, Sorrentino 20, Petrazzuoli 3, Paci 12, Bartolozzi 3, Datuowei 9  , M.Cucco 0, Mennella 2, Saletti ne, A. Cucco ne. Coach: Menduto

Fotodinamico Cagliari: Graviano 0, Vanuzzo 11, Samoggia 15, Trionfo 10, Marzaioli 18, Floridia ne, Picciau ne, Passaretti 2 , Pillo 5 , Pompianu ne. Coach: Fioravanti  

 

 

 

 

 

Commenta
(Visited 106 times, 1 visits today)

About The Author

Carmine Lione Carmine Lione è uno scrittore e giornalista freelance, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Attualmente iscritto al Corso di Laurea in “Lingue e Culture Straniere” presso l'Ateneo di cui sopra, ha collaborato con varie testate giornalistiche, tra cui zerottonove.it. Ha ricoperto l'incarico di Capo Addetto Stampa della società cestistica Polisportiva Battipagliese ed attualmente presta la sua voce per le telecronache del Basket Bellizzi in onda su LiraTv e del Salernum Baronissi per l'emittente SeiTv. Per quanto concerne la scrittura, nel corso della sua esperienza artistica, ha pubblicato due opere: “Tempi Moderni”, raccolta di racconti edita dalla casa editrice Gruppo Albatros Il Filo e “Luce al neon”, primo romanzo autopubblicato.