San Miniato, coach Barsotti: “Classifica bugiarda, Pavia è un top team”

Dopo due vittorie consecutive, ottenute a spese di dirette concorrenti nella corsa salvezza, la Blukart Etrusca San Miniato ospiterà al PalaFontevivo domenica prossima 4 Febbraio alle ore 18:00 la Winterass Omnia Basket Pavia. I lombardi in estate avevano allestito una squadra di grandi ambizioni, nella prospettiva di reinverdire i fasti della Annabella Pelliccerie che negli anni ’80 militava in serie A1. In realtà la squadra condotta da Coach Massimiliano Baldiraghi ha saputo mantenere le attese soprattutto quando ha giocato tra le mura amiche, dove ha avuto un record di 7 vittorie e 3 sconfitte, superando anche squadre di vertice come l’Urania Milano e la Fabiani Montecatini e cedendo solo alle “big” Paffoni Omegna e Fiorentina (otre che, a sorpresa, alla Mamy.eu Oleggio). In trasferta invece il ruolino di marcia pavese mostra qualche inaspettata difficoltà: sono infatti ben 6 le sconfitte rimediate lontano dal PalaRavizza, alcune delle quali subite da squadre che la seguono in classifica come l’USE Empoli e la Robur et Fides Varese, a fronte di sole 3 vittorie (ottenute a spese di Libertas Livorno, PMS Moncalieri ed Olimpo Alba, che occupano le ultime posizioni in graduatoria). In virtù di tutto ciò la prospettiva di un successo per la Blukart in salute non è un’utopia. E’ scontato che per coltivare i sogni di vittoria coach Barsotti dovrà avere la sua migliore Blukart, quella capace di avere intensità e ritmo per tutti i quaranta minuti, con percentuali al tiro all’altezza della situazione, senza cali di tensione e cedimenti, che non verrebbero perdonati da giocatori del calibro di quelli schierati dalla Winterass. Il giocatore più rappresentativo dell’Omnia Basket è senz’altro Fabio di Bella. Il play classe 1978, pavese di nascita, ha nel proprio palmares 11 stagioni in serie A (dal 2002 al 2013, con oltre 1.000 punti segnati), trascorse tra Biella, Armani Milano, Virtus Bologna, Juve Caserta, di cui è stato anche capitano, e Sutor Montegranaro, e 48 presenze nella Nazionale Italiana (con 319 punti segnati). Dal 2014 al 2016 ha militato in A2 ed è sceso quest’anno per la prima volta in B per sposare il progetto della propria società di origine. I giocatore più pericolosi, oltre a Di Bella, sono invece Alessandro Infanti, guardia classe 1985, che con i suoi 15,3 punti gara è il top scorer della franchigia e realizza dall’arco con oltre il 40%, e Saverio Mazzantini, ala classe 1995, ex Cecina ma con trascorsi in A2, con 11,6 punti di media. La coppia di lunghi è formata dagli esperti, e con lunga permanenza nella categoria, Michele Squeo, classe 1989, e Thomas De Min, classe 1986, entrambi sopra i 200 cm. Sesto uomo di lusso è l’ex USE Empoli e Bakery Piacenza Matteo Samoggia, ala classe 1990. “Pavia è una squadra top del campionato e la classifica è assolutamente bugiarda” le parole di presentazione di coach Barsotti “È una squadra guidata da un playmaker più che veterano e medagliato olimpico, in una società che ha fatto un mercato estivo importante, per fare risultati importanti in campionato. Se guardassimo solo i due punti che ci dividono in classifica faremmo un errore imperdonabile: abbiamo motivazioni diverse da loro, perché loro cercano due punti per riagganciare la parte alta della classifica, mentre per noi significherebbero una grande boccata di ossigeno in chiave salvezza. Per vincere questa gara ci vorrà una prova maiuscola: in casa nostra dobbiamo avere la capacità di giocare una gara ad alto ritmo nonostante la fisicità dei nostri avversari. È un momento importante della nostra stagione e i nostri ragazzi dovranno mettere in campo testa, applicazione e cuore, per farsi trascinare dai nostri tifosi in una gara importante e avvincente.”.

Commenta
(Visited 52 times, 1 visits today)

About The Author