San Miniato, coach Barsotti: "Ad Oleggio grande reazione dopo la brutta gara di domenica"

Chiude il 2018 nel migliore dei modi la Blukart, che alla fine di una gara fatta di break e controbreak, riesce ad espugnare il PalaEolo di Castelleto Ticino. Partenza impressionante dei ragazzi di coach Barsotti, che sono autori di un primo quarto ai limiti della perfezione, con ben 38 punti a referto in dieci minuti, con 8 su 13 dall’arco, e con un Preti assoluto mattatore, top scorer a fine gara per gli ospiti con 23 punti. La reazione dei padroni di casa però non tarda ad arrivare e Valentini e compagni, riescono a riemergere dal meno 23, dopo nove minuti di gioco, al meno 8 all’intervallo lungo, grazie alla prova maiuscola di Pilotti, miglior marcatore dell’incontro con 25 punti alla sirena. Nasello e compagni non riescono più a macinare il gioco dei primi dieci minuti della gara e Oleggio, con Hidalgo e Parravicini, riesce a mettere la testa avanti nel terzo quarto, raggiungendo anche i sette punti di vantaggio. La reazione dei toscani è affidata alla solidità sotto le plance di capitan Nasello, all’opportunismo di Trentin e alla gara di grande sostanza di Matteo Neri, quest’ultimo autore di una gara di grande quantità, con anche 11 punti all’attivo. Il quarto tempino si combatte punto a punto fino agli ultimi minuti di gara, quando le maglie della difesa dell’Etrusca si sanno chiudere a dovere, limitando l’attacco di Oleggio a soli 11 punti, con Magini e Mazzucchelli a gestire i palloni fondamentali nel finale, con quest’ultimo perfetto dalla linea della carità con un 6 su 6, che sancisce il successo della Blukart. Con questo risultato la compagine di San Miniato può chiudere l’anno solare con un’altra vittoria importante, la sesta in trasferta da inizio stagione, con 20 punti in classifica dopo 14 partite, un record nei campionati nazionali di serie B per la formazione pisana. “Un inizio gara che ha dimostrato la voglia di reagire dopo la brutta gara di domenica”, le prime parole di coach Federico Barsotti a fine gara “Un quarto tempo dove abbiamo raccolto i frutti di una gara, dove abbiamo provato a forzare i ritmi ruotando in dieci, e questo ha permesso di avere maggior freschezza dei nostri avversari: tutto ciò a livello difensivo ha fatto la differenza. Nel mezzo due quarti di sofferenza e poca lucidità, ma sono soddisfatto che abbiamo capito cosa stavamo sbagliando e i ragazzi hanno recepito le correzioni tattiche, interpretando al meglio il finale di partita. Complimenti a tutti i ragazzi, perché avere 20 punti in classifica è un risultato eccezionale, reagendo a due sconfitte con personalità, e chiudendo così al meglio questo 2018”.

Commenta
(Visited 33 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.
Per Info