In sardegna è ancora il marzo magico per il Basket Costa

C.U.S. Cagliari – B&P Costa 48-70 (12-20; 24-42; 35-62)

 
E´ stata una B&P decisa e determinata, quella vista in terra sarda. L´avvio ha subito incanalato la partita nel giusto verso e poi siamo state brave a rispondere alzando il volume della radio di fronte ad ogni parziale del Cus.
Ma andiamo con ordine per scoprire i protagonisti della gara: ci mettiamo quasi 2 minuti a prendere le misure del ferro cagliaritano; sull´altro fronte Il Cus incassa presto il secondo fallo di Bungaitè che complica la situazione sul 6-6. Arriva anche il secondo di Visconti e così dentro presto Sesnic (in costante miglioramento). Prendiamo ritmo dall´arco e andiamo via con la prima fuga (Del Pero 2, Rulli 1 e Baldelli 2 per il 6-14). Longoni pesta la linea sulla quinta tripla a bersaglio e viene replicata poco dopo da Rulli siglando l´8-20. Il Cus passa a zona e paradossalmente ci blocchiamo anche se in difesa siamo solidi e così il 12-20 del 10´ è decisamente un attimo bottino.
Cagliari trova principalmente il bersaglio dalla linea dei liberi, portando a casa fischi pesanti come il terzo di Rulli. Dopo esserci fatti rosicare qualche punto, torniamo a più 10 con Visconti dalla lunga distanza. Ci riprovano le sarde arrivate 24-29, ma stavolta è Sesnic a rispondere con il 2+1 che è anche il terzo personale di Bungaitè. Baldelli torna in cattedra mandando a segno una striscia quasi letale: chiudiamo all´intervallo con un 24-42, che ci restituisce i diritti di proprietà sulla gara.
La pausa non giova al nostro attacco, che ha bisogno di qualche minuto per ricalibrarsi. Dettori prova ad accennare la rimonta con un 6-0: capiamo di non poter vivere di solo tiro dalla distanza e con Meroni ci rimettiamo a produrre. Portiamo a casa qualche prezioso viaggio in lunetta con Longoni e ci lanciamo verso il 31-53 che è un nuovo massimo vantaggio. Quando poi ritorna il canestro pesante con la firma di Meroni e Visconti, l´allungo è decisivo per un terzo quarto che si chiude 35-62.
Amministriamo senza patemi il quarto conclusivo grazie a Mistò e Tibè. La partita finisce quindi 48 – 70, con un´ottima distribuzione di responsabilità nel collettivo. Statisticamente spicca il 20-10 nel saldo recuperi-perse ed un prezioso 18/35 dal 2 condito comunque da 8 triple. Dopo la doppia trasferta è tempo di tornare a casa sul “luogo del delitto”. Sarà il turno di Bolzano che all´andata ci fece sudare qualche camicia di troppo, ma questa è un´altra storia.
C.U.S. Cagliari: Alesiani 4, Madeddu, Lai, Vanin, Riccardi 6, Dettori 18, Bertucci 5, Aielli NE, Niola 3, Bungaitè 12. All Schiascia
B&P COSTA: Longoni 6, Meroni 9, Rulli 13, Del Pero 7, Baldelli 11, Mistò 4, Visconti 11, Sesnic 7, Tibè 2, Maiorano NE. All Pirola
 

 

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author