Sassari non trova la vittoria in trasferta sul campo di Pesaro

Quindicesima e ultima giornata del girone di andata del campionato LBA2017-2018, i giganti sono in campo all’Adriatic Arena contro la Vuelle Pesaro in una  sfida ad altissima tensione: importantissima in ottica qualificazioni alle Final Eight di Coppa Italia per i biancoblu, cruciale per smuovere la classifica per i marchigiani.

La sfida. Coach Leka manda in campo Moore, Ceron, Little, Mika e Omogbo, Pasquini risponde con Hatcher, Bamforth, Pierre, Polonara e Jones. I marchigiani partono forte con un parziale di 6-0 firmato da Mika, Sassari rompono il ghiaccio con Hatcher  e Bamforth. La Vielle detta il ritmo ma i giganti non perdono mai il contatto e chiudono i primi 10′ di gioco indietro di un solo possesso. La seconda frazione si apre ancora con un parziale Vuelle, Ancellotti e l’ex biancoblu Monaldi allungano e coach Pasquini chiama il minuto. Contro break di Sassari con Planinic, Pierre e Hatcher che firma la parità con una tripla (30-30 al 14). È ancora il play biancoblu a segnare per il sorpasso ma Mika riporta i suoi sul pari. Errori su entrambe le metà campo, si procede punto a punto e in chiusura del primo tempo sono Omogbo e Moore a violare la difesa sassarese per il 47-41. Nella ripresa Hatcher e Polonara riaccendono l’attacco Dinamo, la difesa biancoblu e la presenza a rimbalzo arginano la transizione dei padroni di casa che continuano a costruire con Moore, Mika  e Omogbo. Planinic da sotto le plance firma il sorpasso. Un errore sul ferro accende il contropiede biancorosso per il controsorpasso ma Bamforth non ci sta e si alza dai 6,75. Pierre chiude il terzo quarto sul 65-64. Negli ultimi 10′ di gioco Hatcher perfetto dall’arco porta avanti i suoi, Polonara allunga ancora, Bertone e Omogbo costruiscono il sorpasso. Ancora biancorossi e biancoblu punto a punto, ogni possesso vale il controsorpasso, gli uomini di coach Pasquini intensificano la difesa ma perdono un paio di possessi importanti. I marchigiani sanno approfittarne e si portano sul +7 (79-72 a poco meno di 5′ dalla fine). Hatcher e Polonara riducono lo svantaggio a un solo possesso. Nell’ultimo minuto e mezzo i passaggi in lunetta danno vantaggio alla Vuelle e l’arresto e tiro di Little vale il +5. Bamforth si riavvicina sul -3 e i giganti capitalizzano il possesso arrivato dal l’infrazione di campo avversaria con Bamforth dalla lunetta. Una persa con fallo dello stesso play biancoblu porta i marchigiani sul +3 a 2″,85 dalla  sirena. A nulla vale la preghiera dai 6,75 di Hatcher e la sfida si chiude 88-85.

Sala stampa. Coach Pasquini commenta così la gara:”Abbiamo giocato una brutta partita, molto moscia a livello difensivo. Abbiamo consentito tanto a livello di 1 contro 1 al ferro e prima ancora, ad inizio partita, abbiamo subito molto a livello di transizione difensiva, che sapevamo essere il pezzo forte di Pesaro. Loro erano molto più affamati di noi, e noi non abbiamo fatto la partita che mi aspettavo, ci abbiamo messo molta meno energia del dovuto. Dobbiamo ripartire, questa settimana fra Trento e Murcia abbiamo speso molte energie ma questa non deve essere una scusante, dovevamo presentarci con una faccia diversa da subito, non dovevamo giocare questa partita di avanti-indietro senza dare adeguato peso ai possessi difensivi. Ora abbiamo due giorni e mezzo per recuperare energie, perché si tornerà di nuovo in campo, per cui dobbiamo resettare, è evidente che sono molto deluso”. 

Vuelle Pesaro 88- Dinamo Banco di Sardegna 85

Parziali: 26-23; 21-18; 18-23; 23-21

Progressivi:26-23; 47-41; 65-64; 88-85

Vuelle Pesaro. Omogbo 17, Ceron 11,  Mika 17, Moore 13, Bocconcelli, Ancellotti 5, Monaldi 2, Little 9, Bertone 14, Serpilli.  All. Spiro Leka

Banco di Sardegna. Spissu, Casula, Bamforth 22, Planinic 4, Devecchi 3, Randolph 3, Pierre 6, Jones 8, Hatcher 21, Polonara 18, Picarelli, Tavernari. All. Federico Pasquini.

Commenta
(Visited 39 times, 1 visits today)

About The Author