Sassari torna al successo, battuta Trento 69-66

L’anticipo dell’undicesima giornata di campionato diventa uno dei match più pazzeschi della stagione. In realtà la sfida tra Sassair e la Dolomiti Energia potrebbe dividersi in due match distinti: la prima è quella disputata nei primi 20’, con la Dolomiti Energia a dominare dalla palla a due volando fino al massimo vantaggio di +15. Le seconda invece è quella  al rientro dall’intervallo lungo con i giganti a costruire la rimonta grazie alla guida di un super Trevor Lacey (19 pt, 4 rb, 2 as) e Dusko Savanovic (12 pt, 6rb, 3 as). Ma la vera sorpresa è la prestazione dell’ultimo arrivato: David Bell che si presenta al pubblico sassarese con 18 punti, 3 rimbalzi, 6 falli subiti, 5 recuperate e 3 assist per un totale 21 di valutazione. Un immane lavoro di squadra porta i giganti fino al +10: gli uomini di Pasquini sono bravi a contenere il tentativo di rimonta dell’Aquila senza disunirsi e conquistare punti fondamentali per la classifica.

La sfida. Coach Pasquini manda in campo Bell, Lacey, Sacchetti, Lydeka e Carter, coach Buscaglia risponde con Craft, Baldi Rossi, Flaccadori, Hogue e Lighty. Lacey rompe il ghiaccio con una tripla, il numero 7 biancoblu metterà a segno 8 punti nella sola prima frazione. Gli ospiti si portano avanti con due bombe di Baldi Rossi. David Bell mette a segno i primi punti in maglia Dinamo mentre Flaccadori, Gomes e Lighty portano Trento avanti con un parziale di 10 punti (14-26). Lacey interrompe il break aperto della Dolomiti Energia e prova ad accorciare le distanze in sinergia con Bell. Aumenta l’intensità sul campo, gli ospiti restano in controllo: dopo 20’ il tabellone dice 29-41. Al rientro dagli spogliatoi i giganti mettono a segno una rimonta incredibile: ad innescare la reazione due bombe di Dusko Savanovic, David Bell bombarda dall’arco e sigla il -5. Ma è un lavoro di squadra fatta di grinta, intensità, energia e pazienza: quella pazienza determinante di Tau Lydeka bravo a far valere i muscoli sotto canestro. Il canestro di Savanovic sigla il 51 pari. Inizia una nuova partita quando restano gli ultimi 10’ da giocare. Il canestro and one di David Bell mette la firma sul sorpasso del Banco, allunga ancora Carter dall’arco. Gli ospiti provano a restare a contatto, ma i biancoblu vedono il canestro grande e scavano il break dai 6,75 con le bombe di Stipcevic e Bell. Craft e Lighty restano lì, Gomes fa una magia dalla lunetta e riporta i suoi a un possesso di distanza. Nel finale al cardiopalma i giganti chiudono la via del canestro all’Aquila, al PalaSerradimigni finisce 69-66.

Commenta
(Visited 35 times, 1 visits today)

About The Author