Sassari-Trieste, le analisi post partita di Pozzecco e Dalmasson

La Pallacanestro Trieste conquista il lunch match della 4°giornata di campionato LBA 59-65

[…]

Sala stampa. Coach Eugenio Dalmasson, tecnico della Pallacanestro Trieste: “Sono molto contento per i miei giocatori, società e tifosi. Avevamo bisogno di maggiore fiducia e vincere a Sassari ci ripaga dei sacrifici e dell’impegno che ci stiamo mettendo. Per quanto concerne la partita sembrava che in ogni momento il Banco potesse chiuderla, ma noi siamo stati bravi a non mollare: se ti porti dietro l’avversario negli ultimi minuti rischi e Sassari non l’ha mai chiusa fino in fondi. Noi siamo stati bravi a restare li e non perdere fiducia. Torniamo a casa soddisfatti, useremo le energie che ci dà questa vittoria – al di là dei due punti- per lavorare in settimana”.

Il commento a caldo di coach Gianmarco Pozzecco: “Faccio i complimenti a Trieste e coach Dalmasson per la meritata vittoria, mi prendo totalmente le responsabilità di questa sconfitta perché avrei dovuto fare cose diverse. Non abbiamo mai trovato un quintetto che avesse l’efficacia offensiva e difensiva, ci dispiace nella settimana in cui è nata la figlia di Pierre volevamo festeggiarlo e speriamo di farlo mercoledì. In alcuni momenti ci siamo affidati più al talento individuale che a quello della squadra: quando le cose vanno male il giocatore che vuole vincere tende a prendersi più responsabilità, io lo leggo come un fattore positivo in questo momento della stagione, siamo un po’ un cantiere aperto. Abbiamo anteposto il talento al gioco di squadra, ma i ragazzi hanno dimostrato fino alla fine di volerla vincere. Avevamo smania e fretta di chiudere il match, come succede quando arrivi da cinque vittorie di fila, ma in una giornata in cui non fai mai canestro diventa ancora più difficile. Oggi dentro l’area non siamo stati così abili: credo che però l’errore sia stata la preparazione della partita e me ne assumo le responsabilità”.

Stefano Gentile: “Il commento della partita è semplice, questo sport si chiama pallacanestro e noi abbiamo faticato moltissimo a fare canestro: in una giornata come oggi in cui fai 59 punti è difficile farne fare meno agli avversari. Il coach fa il suo lavoro e si prende le responsabilità, cosa importante per mantenere il morale della squadra, ma credo che ognuno di noi debba guardare a se stesso e alla squadra, non è una questione di colpe individuali: si vince insieme e si perde insieme. Trieste è una squadra che ha lottato e ha fatto una buona partita, ma credo che oggi siano maggiori i nostri demeriti”.

Dinamo Banco di Sardegna 59– Pallacanestro Trieste 65

Parziali: 22-19; 13-8; 13-16; 11-22.

Progressivi: 22-19; 35-27; 48-43; 59-65.

Dinamo Banco di Sardegna. Spissu 10, McLean 7, Bilan 11, Bucarelli, Devecchi, Evans 8, Magro, Pierre 8, Gentile 3, Vitali 7, Jerrells 5. All. Gianmarco Pozzecco.

Pallacanestro Trieste. Coronica, Cooke 8, Peric 10, Fernandez 8, Jones 22, Strautins, Janelidze, Cavaliero 9, Da Ros 4, Mitchell 2, Elmore 2, Justice. All. Eugenio Dalmasson

Fonte: Ufficio Stampa Dinamo Banco di Sardegna

Commenta
(Visited 72 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.