Sassari, ufficiale la firma di Polonara

La Dinamo Banco di Sardegna è lieta di annunciare che Achille Polonara, vestirà la maglia biancoblu nella stagione 2017-2018. L’ala marchigiana, classe 1991, arriva in Sardegna dopo tre anni a Reggio Emilia, con cui ha vinto una Supercoppa Italiana e disputato due finali scudetto.

Grinta, caparbietà e agonismo: 205 centimetri per 102 chilogrammi, PolonAir è un giocatore di puro atletismo e dinamicità, capace di giocate spettacolari attaccando il ferro ma pericoloso anche dall’arco dei 6,75. Un giocatore completo, protagonista nei panni di avversario di tante sfide con la Dinamo, che ne conosce bene le abilità e il talento ed è pronta a sfruttare al massimo il suo potenziale.

“Sono davvero contento e super carico per questa opportunità e ringrazio il presidente Sardara e il coach-gm Pasquini per avermi scelto come parte del progetto del della società – afferma Achille Polonara – E’ una grande occasione per me e spero di guadagnare grandi soddisfazioni insieme al club e a tutta la città”.

La carriera. Nato ad Ancona, il 23 novembre 1991, è cresciuto cestisticamente nel settore giovanile del Basket Ancona: nella stagione 2009-2010 approda al Teramo Basket dove fa il suo esordio nella massima serie. Nei suoi quattro anni nelle Marche, sotto la guida di Andrea Capobianco prima e di Alessandro Ramagli successivamente, Achille si ritaglia minuti sempre più importanti. La sua ultima stagione a Teramo si chiude con 8.2 punti di media, 4.5 rimbalzi in un utilizzo medio di 15.4 minuti: numeri che gli valgono il premio come miglior under 22.

Nel 2012 arriva la chiamata alla Pallacanestro Varese: Polonara in Lombardia veste la maglia biancorossa per due stagioni, confermandosi miglior under 22 della massima serie. Nella stagione 2014-2015 sposa il progetto della Pallacanestro Reggiana: a Reggio Emilia è protagonista di una grande cavalcata che culmina con la finale scudetto disputata proprio con la Dinamo Banco di Sardegna e decisa in Gara 7 con la storica vittoria del primo tricolore del club sassarese. La sua prima annata in biancorosso si chiude con 12.1 punti, 8.2 rimbalzi e 1.5 assist di media a partita, con un impiego medio di 32.0 minuti. Gli viene conferito il Premio Reverberi come migliore giocatore dell’anno, mentre la stagione 2015/2016 si apre con la vittoria della Supercoppa Italiana; quell’anno la Pallacanestro Reggiana disputa la seconda finale scudetto consecutiva. Nella passata annata, la terza in Emilia, si è chiusa con 10.2 punti, 6.6 rimbalzi e 1.5 assist in 27.6 minuti di media a partita.

Ha disputato l’Europeo di categoria con la Nazionale italiana Under 20, sotto le direttive di coach Pino Sacripanti, nel 2011, conquistando la medaglia d’argento.

Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author