Scafati anela il trittico di vittorie consecutive e ci prova a Biella

SCAFATI ANELA IL TRITTICO DI VITTORIE CONSECUTIVE E CI PROVA A BIELLA

Testacoda dal risultato scontato? Tutt’altro. A rispondere a questa domanda non sono i punti in classifica, perché, attenendosi solo a quelli, il pronostico della sfida della 27sima giornata del girone ovest del campionato di serie A2 tra Angelico Biella (capolista) e Givova Scafati (terzultima) sembra essere già scritto. A tenere in forte dubbio il risultato finale è invece la ritrovata fiducia, determinazione ed entusiasmo in casa scafatese, oltre alla bella vittoria conseguita al PalaMangano nella gara di andata. Quella che andrà in scena domenica sera (2 aprile 2017), alle ore 18:00, al Biella Forum, sarà una sfida tra due compagini che vogliono confermare l’ottimo stato di forma e perseguire i rispettivi obiettivi: promozione in massima serie per i piemontesi; permanenza in serie A2 per i campani.

I padroni di casa hanno un assetto di squadra ben collaudato, in virtù di un organico che per gran parte gioca insieme da tempo ed è guidato in panchina da due stagioni dal medesimo coach Michele Carrea. Ha confermato per la seconda stagione di fila entrambi gli statunitensi Ferguson (guardia) e Hall (ala grande), migliori realizzatori del team con i loro rispettivi 19,8 e 15,2 punti di media, nonché i 4,5 assist di media del primo e i 13,2 rimbalzi di media a partita del secondo. Intorno a loro, un gruppo di italiani di grande affidabilità, come il playmaker titolare Venuto, l’ala piccola De Vico (12,1 punti di media) e il centro Tessitori (12,1 punti di media), che completano il quintetto base, ma anche altri che partono dalla panchina, come l’ala grande Udom (10,6 punti di media), l’ala piccola (di nazionalità inglese) Wheatle ed i giovani Massone (playmaker), Pollone (guardia) e Rattalino (centro).

Tra le fila scafatesi, invece, a parte il sicuro assente Naimy, molti dubbi gravitano intorno alla presenza in campo del lungo Metreveli (fascite plantare) e dell’esterno Dobbins (distorsione alla caviglia), per i quali lo staff sanitario gialloblù ne valuterà le condizioni fino alla consegna della lista agli ufficiali di campo.

Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Quella contro Biella è una partita che ci infonde parecchi stimoli, perché affrontiamo la capolista, che sta disputando un ottimo campionato, gioca con fiducia, energia e praticamente a memoria, visto che, rispetto alla passata stagione, ha solo cambiato i due lunghi. E’ un team ben collaudato, che dispone di due americani di grande affidabilità, Hall e Ferguson, che sono senza dubbio gli stranieri più forti del campionato. Sarà una sfida complicata, contro una squadra che, memore della partita di andata, non ci sottovaluterà. Dovremo farci trovare pronti, limitarli e giocare con grande concentrazione e determinazione. All’andata scendemmo in campo con un solo straniero e ci imponemmo, ma sappiamo bene che ogni partita fa storia a sé. Poi giochiamo fuori casa, ma se faremo bene le nostre cose, saremo in grado di competere, giocare alla pari e uscire dal campo comunque a testa alta, anche in caso di sconfitta».

Dichiarazione del capitano Tommaso Fantoni: «Biella è meritatamente la capolista del girone, sta giocando benissimo e dispone di un organico e di un allenatore che lavorano insieme da diversi anni. Sta dimostrando di poter competere per il vertice a suon di risultati, come ha recentemente mostrato anche in Coppa Italia. Confermando i due americani a metà stagione scorsa, la dirigenza ci ha visto lungo, perché Hall e Ferguson sono due ottimi atleti. Poi, cambiando i lunghi con l’arrivo di Udom e Tessitori, si è rinforzata ulteriormente. Andremo lì, consapevoli di non aver nulla da perdere, e scenderemo in campo con grande serenità, nonostante l’assenza di Naimy ed un nuovo assetto che magari ci potrà consentire di mettere qualche sassolino negli ingranaggi di Biella. Giocheremo in un bel palasport, dinanzi ad un pubblico caloroso, che ci renderà ancor più dura l’impresa».

Arbitreranno l’incontro i sig.ri Masi Andrea di Firenze, Salustri Valerio di Roma e Maschio Duccio di Firenze.

Antonio Pollioso

Ufficio Stampa

Basket Scafati 1969

Commenta
(Visited 26 times, 1 visits today)

About The Author