Scafati e Agropoli, due salernitane nella prossima Serie A2

La regione Campania si è trovata involontariamente al centro dei recenti clamorosi eventi che hanno visto trasformarsi il girone ovest del prossimo campionato di serie A2. Fino a pochi giorni fa erano tre le società che avrebbero dovuto rappresentare l’intera regione nel secondo campionato nazionale: JuveCaserta, Azzurro Napoli e Givova Scafati. Di queste, solo l’ultima vi parteciperà. Le altre due hanno preso strade diverse, dopo le decisioni assunte dal consiglio della Federbasket lo scorso venerdì: JuveCaserta in massima serie, Azzurro Napoli retrocessa. Verdetti non provenuti dai campi di gioco, ma dal consesso federale. I casertani (retrocessi lo scorso maggio) occupano il posto rimasto vacante dalla Virtus Roma, il cui presidente ha chiesto ed ottenuto (per ragioni finanziarie) di ricominciare dalla serie A2. I partenopei invece abbandonano per la quinta volta negli ultimi sette anni la scena cestistica nazionale, in virtù del parere negativo della Com. Tec. (la commissione tecnica di controllo). La decisione ha rammaricato i tanti tifosi del sodalizio biancoazzurro, ma allo stesso tempo ha esaltato quelli del BCC Agropoli, la cui società (arrivata quarta alle Final Four di serie B) è riuscita a trovare, grazie al ripescaggio quella serie A2 così tanto agognata. Saranno così due ed entrambe della provincia di Salerno, le società che rappresenteranno la regione Campania nel girone ovest del prossimo campionato di serie A2.

QUI SCAFATI. E’ giunta quasi al termine la composizione dell’organico che affronterà, sotto gli ordini di coach Perdichizzi, il prossimo campionato di serie A2, con il dichiarato obiettivo di disputare un campionato di vertice. Dopo le conferme della coppia di pivot formata da Simmons e Matrone, sono stati ingaggiati il play di scorta Spizzichini, l’ala Baldassarre, la guardia Loschi, l’ala piccola Portannese e l’altro esterno Crow. L’ultimo tassello è stato ufficializzato venerdì: si tratta dell’ala pivot Rezzano, reduce da tre ottime stagioni disputate con le maglie di Bawer Matera e Viola Reggio Calabria. «Con Rezzano abbiamo completato il settore dei lunghi, sarà il primo lungo che ruoterà con Baldassarre e Simmons e che, assieme a Matrone, darà minuti di qualità sia a Patrick che a Jeremy. Massimo è un giocatore di esperienza – ha dichiarato l’allenatore gialloblù Perdichizzi – che sa giocare la pallacanestro e che ovunque è andato si è contraddistinto, oltre che per l’aspetto tecnico, anche per le sue doti caratteriali». Per completare il roster, manca un solo tassello: il playmaker di nazionalità statunitense. In cima al taccuino di Longobardi e Guastaferro restano ancora due nomi, quello di Leemire Goldwire (ex Aurora Jesi in serie A2 Gold e Scandone Avellino in serie A) e Damier Pitts (ex Roseto Sharks in serie A2 Silver). Ma non è escluso un colpo a sorpresa, visto che pare stiano alacremente trattando con un nome ancora più importante, che esalterebbe di sicuro la piazza.

QUI AGROPOLI. Dopo l’iniziale esaltazione, il sodalizio cilentano si è messo all’opera per formalizzare l’iscrizione alla serie A2 e poi per allestire la squadra che sarà ancora una volta affidata nelle sapienti mani di coach Paternoster. Con lui, dovrebbe restare anche il play Cucco. «Quando ho saputo dell’esclusione di Napoli – ha ammesso il presidente Russo – mi sono emozionato, ho ripercorso trent’anni di avventure alla guida della società e mi sento galvanizzato e motivato dalla voglia di fare il possibile per ben figurare al cospetto di tante e più blasonate società».

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author