Senigallia espugna Bisceglie (71-78) dopo aver condotto costantemente il match

Terza vittoria consecutiva per la Goldengas che espugna Bisceglie dopo aver condotto per tutta la gara. Senigallia si dimostra solida anche quando le percentuali al tiro si abbassano inevitabilmente dopo l’ottimo 10/20 dalla lunga nei primi 30′. I biancorossi resistono al tentativo di rimonta dei neroazzurri nel finale dimostrandosi cinici trovando con regolarità il canestro anche dalla lunetta e le giocate giuste nei momenti giusti, anche difensivamente.Con questa vittoria il record stagionale diventa positivo (5 vinte-4 perse) e permette alla Goldengas di agganciare in classifica il gruppone al terzo posto a quota dieci.

Difesa subito allungata in avvio di partita da parte del quintetto biancorosso (Giacomini, Paparella, Giampieri, Tortù e Pierantoni) che deve fare i conti però con gli ispirati Bedetti e Castelluccia dalla lunga distanza mentre Antonelli fa valere la sua stazza in area (Diomede e Terenzi completano il quintetto dei pugliesi). Anche la Goldengas, dal canto suo, è ispirata dalla lunga distanza e trova il bersaglio grosso con Paparella mentre Giampieri e Tortù trovano terreno fertile quando attaccano il canestro. Ne esce un inizio di match sicuramente divertente e piacevole per chi ama i punteggi alti (16-14 Goldengas dopo 5′).
Frenano entrambe le formazioni nella seconda metà del primo quarto, con le difese che entrano in partita e complicano la manovra degli attacchi avversari.

Bisceglie, in difficoltà contro i cambi di difesa biancorossi, trova il canestro ancora con Antonelli dopo un rimbalzo in attacco, mentre su fronte opposto la Goldengas si gode un Paparella ispiratissimo che chiude il primo periodo con due triple (all’interno di un 5/7 dal campo per l’italo argentino) per il vantaggio ospite di 22-19 alla prima sirena.

Giampieri in versione assistman apre il secondo periodo mandando a canestro Pierantoni prima e Tortù dopo. La difesa, sempre a zona, deve però fare i conti con la fisicità dei lunghi neroazzurri ma è Bonfiglio (arrivato giovedì alla corte di Sorgentone) a fissare il pareggio a quota 27.

Senigallia non si scompone e infila un parzialino con Pierantoni e Tortù che vale il 33-27 ospite alla metà del secondo periodo con Sorgentone costretto al time out.

Rientra meglio dal time out la formazione di casa con un controparziale di 5-0, in risposta all’ennesima penetrazione andata a buon fine di Paparella, costringendo questa volta Foglietti a fermare il gioco. Brighi, con la tripla dall’angolo e una rubata che propizia il contropiede chiuso con un gioco da tre punti di Tortù, ridà coraggio e ossigeno al vantaggio ospite con tocca la doppia cifra (43-32) quando manca un minuto all’intervallo lungo costringendo nuovamente alla sospensione la panchina di casa.

Sospensione che per Sorgentone dà i risultati sperati. Bisceglie infila un 5-0 appena prima di rientrare negli spogliatoi con Senigallia (sciupona negli ultimi sessanta secondi del primo tempo) comunque avanti 43-37.

Inizio di terza frazione che vede i padroni di casa allungare il parziale con Bonfiglio nelle vesti di trascinatore per i neroazzurri che tornano a -2. Sale in cattedra Tortù con 6 punti in fila a respingere il tentativo di rimonta dei pugliesi. Brighi, in campo per sostuire Giacomini tenuto in panchina gravato di tre falli, infila un personale 5-0 che permette a Senigallia di rimettere 7 punti di vantaggio tra sé e Bisceglie (54-47) sfruttando le amnesie e confusioni dei padroni di casa. Amnesie che consigliano al time out la panchina dei locali. Giampieri con un canestrissimo e Pierantoni dopo una feroce lotta a rimbalzo riportano al massimo vantaggio la Goldengas. Massimo vantaggio che viene ritoccato da Tortù, ben imbeccato da Brighi, col tabellone che dice 60-47 Goldengas quando mancano due minuti al termine del terzo periodo. La panchina di casa è costretta nuovamente al time out e prova ad allungare la difesa a tutto campo per dare più ritmo alla propria manovra. Brighi e Giampieri fanno uno su due dalla lunetta, Bisceglie con Castelluccia e Azzaro ritrova la via del canestro e il sostegno del proprio pubblico, ma Paparella è più veloce della sirena e sul finire del periodo infila la tripla del nuovo +13 senigalliese, 54-67.

E’ capitan Pierantoni a sbloccare i suoi con la tripla frontale e a mantenere la doppia cifra di vantaggio con Bisceglie che trova da Diomede la forza per rimanere aggrappata alla partita (70-60 biancorosso al 32′).

Le percentuali al tiro si abbassano, Senigallia perde anche qualche pallone di troppo, e Bisceglie ne approfitta subito con un 5-0 ispirato da Diomede che riporta i padroni di casa pienamente in partita, 65-70 quando mancano 5′ al’ultima sirena. Diomede infila la tripla del -2 dopo un paio di minuti piuttosto confusionari mentre sul fronte opposto è Giampieri a ritrovare la via del canestro per i biancorossi. Paparella firma in penetrazione il +5 quando mancano due minuti al termine e, sfruttando le perse di Bisceglie, permette a Senigallia di giocare anche col cronometro. Lo stesso Papaprella va in lunetta a 27” dal termine per il due su due che vale il 69-76 e mette al sicuro il risultato. I canestri di Diomede e Tortù servono solo a fissare il 71-78 finale con cui Senigallia espugna Bisceglie.

BISCEGLIE – SENIGALLIA 71-78

(19-22; 18-21; 17-24 ; 17-11)

BISCEGLIE: Bonfiglio 8, Azzaro 7, Castelluccia 13, Antonelli 13, Papagni, Terenzi 10, Bedetti 4, Thiam, Lopopolo, Pucci, Diomede 11. All. Sorgentone

SENIGALLIA: Tortù 23, Del Torto, Pierantoni 9, Paparella 25, Giacomini, Giampieri 12, Brighi 9, Benedetti, Ricci, Bertoni, Angeletti, Figueras. All. Foglietti.

ARBITRI: Guarino, Rodia.

PROGRESSIONE: 14-16 (5′), 19-22 (10′); 27-33 (15′), 37-43 (20′); 47-54 (25′), 54-67 (30′); 65-70 (35′), 71-78 (40′).

 

fonte: ufficio stampa Senigallia

Commenta
(Visited 26 times, 1 visits today)

About The Author